Cordoglio per don Guido, il sindaco:
“Aveva un fare sereno e gioioso”

TREIA - Tutta la città piange don Guido Bibini, riferimento religioso per Chiesanuova. A lui si deve la realizzazione dell’oratorio parrocchiale e degli spazi verdi ad esso connessi dove sono cresciute le nuove generazioni. Funerale alle 15
- caricamento letture
Don Guido Bibini nei festeggiamenti dei 50 anni del suo sacerdozio

Don Guido Bibini nei festeggiamenti dei 50 anni del suo sacerdozio (il quarto da sinistra)

 

don Guido Bibini

don Guido Bibini

 

Il parroco «dal fare sereno e gioioso». Così il sindaco di Treia partecipa al dolore per la morte di don Guido Bibini, riferimento religioso per Chiesanuova, venuto a mancare ieri all’età di 82 anni

Tutta la città lo piange. Una vita dedicata al servizio sacerdotale. «Negli ultimi tempi, dopo l’arrivo del nuovo parroco don Peter Paul l’ho incontrato più volte al centro ricreativo per gli anziani – dice Franco Capponi – dove giocava a carte con loro con un fare estremamente sereno e gioioso». E’ proprio per quel suo fare sereno e gioioso e per il modo semplice e schietto che aveva di comunicare con i suoi parrocchiani che oggi la comunità di Chiesanuova e la città di Treia tutta è in lutto, e si stringe numerosa attorno al suo feretro per un ultimo caloroso abbraccio prima del funerale che si terrà alle 15 nella chiesa di San Vito e Patrizio. Don Guido nel 2010 aveva festeggiato i 50 anni di sacerdozio, di cui 38 trascorsi nella frazione di Chiesanuova. Diventato sacerdote nel 1960 arrivò a Chiesanuova nel 1978 dopo aver ricoperto il ruolo di viceparroco nella parrocchia di San Giorgio a Macerata. Era stato in precedenza anche parroco a Tolentino nella parrocchia del Colle. Nel febbraio 1978 viene destinato alla parrocchia di Chiesanuova, dove in breve tempo con umiltà e simpatia ha conquistato l’affetto di tutta la comunità. In questi trentotto anni, l’attività pastorale di don Guido viene ricordata soprattutto per l’attenzione ai giovani e per la ferma volontà di trasmettere loro i valori cristiani. A lui si deve la realizzazione dell’oratorio parrocchiale e degli spazi verdi ad esso connessi dove sono cresciute, dalla fine degli anni ’90 tutte le nuove generazioni di Chiesanuova. Un luogo che nel tempo è divenuto vero e proprio centro di aggregazione per tutti i cittadini di Chiesanuova e non solo. Sempre a don Guido si deve dire grazie per aver messo a disposizione gli spazi dove oggi sorge il campo sportivo di Chiesanuova, altro centro di aggregazione per tanti giovani, che lì hanno potuto avvinarsi al calcio tanto da far crescere un movimento importante per una frazione che conta meno di mille anime, e che oggi è rappresentato dalla Società Chiesanuova Calcio, che milita nel campionato di “promozione”. Sua inoltre l’idea di istituire un coro parrocchiale, diretto da lui stesso, e che amava accompagnare suonando l’organo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X