Sequestro al ristorante di sushi:
400 chili di involtini primavera
nella cella frigorifera non autorizzata

CIVITANOVA - Denunciato un 25enne cinese, titolare del locale. Sanzioni per 2.500 euro
- caricamento letture
Gli involtini primavera erano conservati in 77 sacchetti

Gli involtini primavera erano conservati in 77 sacchetti

 

I controlli dei carabinieri

I controlli dei carabinieri

Quattrocento chili di “involtini primavera” nell’abitazione del titolare in una cella frigorifera non autorizzata, scatta il sequestro a Civitanova ai danni di un ristorante specializzato in sushi, denunciato un uomo cinese di 25 anni.

Una ditta individuale con sede a Civitanova, il cui titolare è un cinese di 25 anni è stata controllata durante l’attività congiunta di carabinieri di Civitanova, ispettorato del lavoro, direzione territoriale del lavoro di Macerata e Nas di Ancona. Nella residenza del titolare è stata trovata la cella frigorifera priva di autorizzazione sanitaria. All’interno si trovavano i 400 chili di pasta ripiena divisi in 77 sacchetti. La merce era priva di indicazioni utili ai fini della tracciabilità e per questo è scattata la sanzione di 1.500 euro. Multa per altri mille euro per non aver aggiornato la Nia (notifica inizio attività) sanitaria. L’Asur – Area vasta 3 ha sospeso anche l’attività di stoccaggio delle derrate nella cella frigorifera.
Nel corso della stessa attività di controllo è stata sospesa l’attività di uno stabilimento balneare (leggi l’articolo).

(Servizio aggiornato alle 12,40)

La cella frigorifera era nell'abitazione del titolare

La cella frigorifera era nell’abitazione del titolare

sushi 3

 

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 1
Elezioni = 1