Welfare urbano,
Il Pd a confronto con i cittadini

MACERATA - Domani alle 21 all'Ostello Ricci un incontro pubblico sul tema dei servizi per il benessere sociale. Si parlerà anche del patto di collaborazione: "Non incentiva all'evasione come il baratto amministrativo" il commento di Marco Leopardi
- caricamento letture
Miriam Moletti_Paolo Micozzi_Marco Leopardi_Foto LB

Miriam Moretti, Paolo Micozzi e Marco Leopardi

Paolo Micozzi_Foto LB

Il segretario cittadino del Pd Paolo Micozzi

di Claudio Ricci

(Foto di Lucrezia Benfatto)

Il Pd incontra la cittadinanza a Macerata. Domani sera alle 21 dibattito sul welfare urbano in un incontro pubblico all’ostello Ricci. Diversi gli approfondimenti proposti dal gruppo di lavoro formato da Marco Leopardi, Miriam Moretti, Giuliano Caracini, Andrea Perticarari e Giovanni Scoccianti e promosso dal segretario cittadino Paolo Micozzi. Nel corso della serata interverranno Silvia Spinaci sul tema “Macerata inclusiva e solidale”, il presidente dell’Ircr Giuliano Centioni sui condomini solidali, Norma Santori sull’utilità degli orti urbani, il presidente di Meridiana Giuseppe Spernanzoni sulle cooperative sociali e il presidente dell’associazione “Giovani architetti di Macerata”Michele Schiavoni sui vuoti urbani. Le conclusioni saranno affidate al sindaco Romano Carancini. «Vogliamo mantenere la vicinanza della città e lo strarodinario risultato raccolto nelle ultime amministrative – spiega Micozzi – con approfondimenti su temi che riguardano la città e che vogliamo portare ai cittadini. In materia di welfare urbano non ci sono normative specifiche alla fine si è arrivati al policentrismo con gli enti più vicini ai cittadini a dover decidere su come gestire le politiche coinvolgendo anche i privati. Siamo contrari alle critiche non costruttive da parte delle altre forze politiche. Tutto è migliorabile ma solo attraverso contributi reali»

Alla base la volontà del confronto con il tessuto sociale. «In questo modo vogliamo mettere in relazione le iniziative dell’amministrazione con quelle esistenti e già portate avanti dalle associazioni cittadine» commenta Miriam Moretti. Tra i temi fulcro del welfare urbano quello del patto di collaborazione appena approvato nonostante le forti critiche del M5S che avevano visto bocciata la proposta del baratto amministrativo. «Il baratto amministrativo è piuttosto una legittimazione dell’evasione dove – dice Marco Leopardi – Questo regolamento è una forma completamente diversa. In essa il cittadino non è considerato un fuori legge ma un collaboratore dell’amministrazione. In questi incontri che porteremo avanti con cadenza mensile interpretiamo i temi più stringenti per la città».

Marco Leopardi_Foto LB

 

Miriam Moletti_Foto LB



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =