Il sogno a quattro ruote di Michela,
a tutto gas per il mondiale di rally

MOTORI - La 37enne impiegata di Potenza Picena, un passato da campionessa di downhill, ha partecipato quasi per gioco al concorso Italia Rally Talent insieme ad altri 5385 candidati. Ha raggiunto la finale (37 piloti, di cui 5 donne) che si svolgerà nel weekend a Siena. Il vincitore potrà partecipare ad una tappa del campionato iridato, il più veloce delle varie categorie prenderà parte ad una gara di quello italiano
- caricamento letture
Michela Tramannoni rally (2)

Michela Tramannoni con Giandomenico Basso, uno dei più forti piloti italiani di rally

 

michela tramannoni

Michela Tramannoni

 

di Sara Santacchi

Ha sfrecciato in pista con una 500 Abarth e curva dopo curva si è guadagnata la finale di Rally Italia Talent. Michela Tramannoni, 37enne impiegata di Potenza Picena, ha scoperto per gioco quello che si sta rivelando un vero talento al volante. Tutto è iniziato a ottobre quando, vedendo un volantino col concorso che scopre i nuovi talenti del rally, ha deciso di iscriversi. D’altronde la passione per i motori non è una novità per Michela che ha sempre seguito moto e auto sin dal piccola, trascinata dal suo papà. Crescendo, tuttavia, ha preferito le bici, praticando downhill per anni e conquistando due titoli regionali e addirittura un circuito italiano nel 2013. «Ho deciso di partecipare al format che partiva da Ortona, al Circuito internazionale d’Abruzzo, veramente per caso – racconta la 37enne – Lì, a gennaio, ho passato le selezioni tra 5385 candidati qualificandomi per la semifinale a Siena». Nel circuito toscano se l’è vista con altri 180 piloti tra uomini e donne, facendo segnare un tempo ottimo che le ha permesso di essere scelta per disputare la finale che si svolgerà il prossimo fine settimana (16-17 aprile, ndr) ancora nel circuito di Siena. «Mi sono divertita tanto – ammette – Solo cinque donne si sono qualificate e non nascondo che i piloti uomini ci guardavano in maniera diversa. Ma è stato il tempo che ho ottenuto a regalarmi la soddisfazione più grande: mi hanno proposto di correre insieme a Giandomenico Basso, il più forte pilota italiano di rally”.

Michela Tramannoni rally (1)

La Fiat 500 Abarth guidata da Michela Tramannoni

I primi tifosi in questa bella avventura sono i suoi familiari, che la sostengono con passione. Michela Tramannoni non nasconde che, a questo punto, spera in un buon risultato: «Chi dovesse fare il tempo migliore qualificandosi al primo posto nella graduatoria generale potrà partecipare ad una tappa del campionato mondiale di rally. Tuttavia il più veloce delle varie categorie potrà prendere parte ad una gara del campionato italiano e io mi accontenterei anche di questo. Rappresenterebbe un traguardo magnifico. Il rally è un mondo che mi affascina enormemente – conclude – e per me che sono un’impiegata nel settore calzaturiero rappresenta uno svago che sarebbe bello diventasse addirittura una professione. Ma questo ovviamente è un sogno».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X