Alberi intorno al Cosmari
per proteggere l’Abbadia di Fiastra

TOLENTINO - Firmato un accordo con cui il consorzio smaltimento rifiuti si impegna a piantare, in un terreno della Fondazione Bandini, specie arboree per ridurre l'impatto ambientale della propria attività
- caricamento letture
abbadia fiastra

L’Abbadia di Fiastra immersa nel verde

Alberi intorno al Cosmari per ridurne l’impatto ambientale e proteggere le riserve verdi. Il presidente del Cosmari, Marco Graziano Ciurlanti, e il presidente della Fondazione Giustiniani Bandini, Giuseppe Sposetti, ente gestore della riserva naturale Abbadia di Fiastra, hanno sottoscritto un contratto d’affitto per un terreno, di proprietà della Fondazione, posto sul lato ovest dell’insediamento industriale Cosmari dove verrà realizzata la piantumazione di specie arboree autoctone per la mitigazione dell’impatto ambientale. Le aree interessate dall’attuale contratto sono espressamente destinate e vincolate alla messa a dimora di piante a spese del Cosmari. Il contratto di affitto del fondo rustico avrà durata quindicennale, alla scadenza del contratto il Cosmari non avrà nulla a pretendere dalla Fondazione per la piantumazione realizzata, anche se quest’ultima s’impegna a mantenere a proprie spese tali opere di mitigazione ambientale per i successivi 15 anni, dunque fino al 2046. Entrambi i presidenti, Sposetti e Ciurlanti, hanno espresso viva soddisfazione per il risultato raggiunto e per l’inizio di un’importante collaborazione che potenzia l’attenzione verso l’ambiente circostante alle due realtà, ruolo a cui la Fondazione è deputata per costituzione alla base di un sano e trasparente rapporto con i cittadini, a cui l’Azienda leader sul territorio intende improntare la propria gestione, mantenendo alta l’attenzione alle nuove tecnologie, incentivando il proprio ruolo di protagonista all’interno del circuito della green economy.

 

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X