Consiglio comunale fermo
“Non c’erano punti da votare”

CIVITANOVA - Si torna in assise dopo Pasqua con alcune questioni di bilancio. Costamagna e Angelini: "Critiche strumentali"
- caricamento letture
Ivo Costamagna e Daniele Maria Angelini

Ivo Costamagna e Daniele Maria Angelini

Un consiglio comunale subito dopo Pasqua che tratterà questioni discusse nella commissione bilancio. La stasi e l’assenza delle assisi consiliari erano dovute alla scarsità di argomenti da trattare. Questa la spiegazione data dal presidente del consiglio Ivo Costamagna e da Daniele Maria Angelini vice presidente in merito al blocco dei lavori consiliari. Una accusa che era trapelata nei giorni scorsi quella di tener fermo il consiglio e che non corrisponderebbe al vero. «Sono state critiche strumentali condizionate dal clima infuocato e dalle vicende che stanno interessando alcune liste – spiega Angelini – il consiglio è stato fermo semplicemente perché non c’erano punti da votare. Auspico un sano senso di responsabilità, queste sterili polemiche servono solo a creare confusione e disaffezione nei cittadini». «Non potevamo fare consigli di sole mozioni e interrogazioni – aggiunge Costamagna – andremo ora a discutere i punti in coda assieme ad alcune questioni da votare».

(l.b.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X