Controllo del vicinato:
a Treia sentinelle su Whatsapp

SICUREZZA - Presentato il progetto per contrastare i fenomeni di microcriminalità. Segnalazioni sui social alle autorità locali
- caricamento letture
capponi

Marco Cacciaguerra Franco Capponi e Andrea Innocenzi e Luigi Ingorsso durante la presentazione del progetto “Controllo del vicinato”

treia controllo del vicinato

Partecipata l’assemblea pubblica di presentazione del progetto

Sicurezza: il controllo del vicinato arriva a Treia tramite Whatsapp, come anticipato un mese fa (leggi l’articolo).  Se ne è parlato con la cittadinanza in un partecipato incontro pubblico dal titolo “Controllo di Vicinato – Treia Città Sicura”. L’iniziativa volta a organizzare un sistema integrato di sicurezza urbana, a partecipazione qualificata e selezionata, per il contrasto dei fenomeni di microcriminalità territoriale è stata presentata dal sindaco Franco Capponi, dal capo di gabinetto della Prefettura Marco Cacciaguerra, dal dirigente della divisione anticrimine della Questura Andrea Innocenzi e dal comandante della Compagnia dei carabinieri di Macerata Luigi Ingrosso. Con l’attivazione del “controllo del vicinato” i cittadini presidieranno il proprio ambiente naturale con maggior senso di vicinanza, divenendo sentinella sul territorio ed impegnandosi a segnalare comportamenti e presenze non abituali, anomale e sospette. L’obiettivo strategico è creare un gruppo WhatsApp di volontari scelti, denominato “Treia Città Sicura” di cui faranno parte anche il sindaco, il comandante della stazione dei carabinieri locale e il comandante della polizia locale, per segnalare tempestivamente situazioni potenzialmente rischiose.

capponi 2

treia controllo del vicinato 2



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X