La variante del Glorioso è realtà,
Pettinari: “La quinta grande opera
della mia amministrazione”

SAN SEVERINO - La bretella crea una zona di rispetto in prossimità del santuario, è costata poco meno di 3 milioni di euro di fondi post terremoto
- caricamento letture
inaugurazione variante glorioso (9)

Da destra: il presidente della Provincia Antonio Pettinari, l’assessore regionale Angelo Sciapichetti, il sindaco di San Severino Cesare Martini e l’assessore provinciale Giovanni Battista Torresi

 

inaugurazione variante glorioso (38)

Le auto transitano sulla variante

 

di Monia Orazi

Apertura ufficiale questa mattina per la variante del Glorioso, che vede la luce dopo 18 anni dal progetto iniziale del 1998. A dare il via al passaggio delle auto, poco prima delle 13 “l’ultimo presidente” della Provincia, Antonio Pettinari, insieme alla giunta provinciale al completo, sotto lo sguardo dell’assessore regionale Angelo Sciapichetti, del sindaco Cesare Martini, di numerosi assessori e consiglieri comunali settempedani. «Abbiamo rischiato di avere un’incompiuta, oggi è stato raggiunto un traguardo con l’apertura di questa strada, la quinta grande opera pubblica della mia amministrazione – ha detto Pettinari – si tratta di una bretella molto importante che ci ha permesso di chiudere la 502,  la nuova 502 è questa, crea una zona di rispetto intorno al santuario del Glorioso, migliorando la viabilità complessiva della zona, decongestionando un incrocio da sempre molto trafficato, alleggerendo la pressione su San Severino».

 

planimetria variante gloriosoCi saranno alcuni giorni di lavori ancora nei pressi del santuario del Glorioso poi tutto sarà definitivo. Il tratto principale è lungo un chilometro e dieci metri, si innesta al chilometro 41,40 della provinciale 502 di Cingoli (poco prima del santuario) e termina sulla 361 Settempedana, subito dopo l’ospedale con una rotatoria realizzata di recente, c’è inoltre un tratto di collegamento di 290 metri tra il tratto principale e la 502. E’ costata poco meno di 3 milioni di euro (2 milioni e 995 mila euro) di fondi post terremoto, le intersezioni avvengono tramite due rotatorie una di 50 metri e una di 35 metri, la carreggiata è larga 11 metri e 50 ha due corsie da tre metri, banchine di mezzo metro ciascuna, un marciapiede da un lato e una pista ciclabile di 2 metri e mezzo dall’altra. I lavori erano stati bloccati nel 2013 dalla Soprintendenza, per il ritrovamento di alcuni reperti archeologici ora siti nel museo locale, lungo la vicina collinetta da cui è stato preso il materiale da riporto.

inaugurazione variante glorioso (2)La Provincia per questo aveva fatto anche ricorso straordinario al Presidente della Repubblica. I lavori sono stati realizzati da Assisi Strade, aggiudicati con il ribasso del 29 per cento. «Magari si potessero inaugurare opere così ogni anno – ha aggiunto entusiasta Cesare Martini – questa bretella è stata molto contestata, dicevano che era impattante per l’ambiente, invece non crea nessun problema e valorizza l’intero quartiere del Glorioso, speriamo anche di poter presto avere dei finanziamenti per il ponte dell’Intagliata, un altro grosso imbuto per il traffico in città».

 

 

inaugurazione variante glorioso (11)

inaugurazione variante glorioso (3)

ing_Mecozzi_Tit_L_Mencarelli_di_Assisi_strade_Vic_Pres_P_Mariani_Pres_A_Pettinari

Panoramica_Variante_del_Glorioso

Prime_autovetture_dopo_apertura



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X