Il carnevale è donna
da Maria Grazia Cucinotta
ad Anna Falchi

MACERATA - Tutto pronto per la 26esima edizione, carri e gruppi sfileranno domani dalle 14,30 nell'ovale dei Giardini Diaz
- caricamento letture
anna falchi

Anna Falchi

 

di Maurizio Verdenelli ed Enrico Scoppa

Il Carnevale di Macerata è donna. Una bellissima donna giunta nel pieno della sua maturità: ben ventisei edizioni. Più di un quarto di secolo, nel corso del quale, francescanamente ‘per onne tempo’ le più belle donne d’Italia, attentamente selezionate dalla ‘direttrice’ Pina Ramaccioni, si sottopongono agli obblighi pesanti della madrina, sul palco dell’Ovale dei Giardini Diaz spesso sferzati da vento gelido a stento mitigato dai ponce caldi (e dolcetti) che la proloco distribuisce a piene mani. Ventisei anni di donne belle e famose: altro che Miss Italia! Altro che Sanremo con Daniza Marziali e Marco Moscatelli splendidi presentatori a compensarsi in un ruolo che è diventato nel genere unico. L’eterno femminino, con la passerella in auto rossa tra le migliaia di maceratesi (finalmente entusiasti e festanti come solo a Carnevale) è diventato un cult dell’organizzazione invernale della Proloco, autentico ‘assessorato-ombra’ alla Gioia delle rievocazioni tradizionali. Lo scorso anno Maria Grazia Cucinotta, prelevata con il marito nel suo splendido attico all’ombra del Vaticano, rappresentò una vetta che quest’anno tenterà con buone chance di successo di scalare la splendida Anna Falchi, che ricordiamo al centro dell’attenzione generale e dell’ammirazione qualche anno fa, al consueto appuntamento estivo della Lube (allora una notte chiara e calda a differenza dell’anno successivo con Tiziano Ferro). Il nome della Falchi è emerso dopo un ‘conclave’ piuttosto lungo, ma alla fine l’annuncio di Pina ha riempito di soddisfazione i ventimila habitueè del Carnevale maceratese.

carnevale di macerata (2)

Un momento di una scorsa edizione

Tuttavia aspettiamo domenica per contare quanti saranno lungo la passerella che trionfalmente il sindaco Carancini, stavolta senza il patema di dover affrontare né primarie (soprattutto) né elezioni, percorrerà con l’Anna nazionale. Già, perché il Carnevale è una grande vetrina per la primavera. Ricordiamo candidati sindaci, ginnici presidenti in cerca di bis, protagonisti nella tribuna centrale e ‘in campo’ tra carri, gruppi e madrina, naturalmente. La galleria delle testimonial è ricchissima e di prestigio, tanto che un attimo di supence lo desta sempre il momento dell’arrivo della supermiss: ‘Verrà? Quando verrà? Se ne andrà subito dopo o resterà amichevolmente a lungo?” Ricordiamo Barbara Capponi, una giornalista che si è calata facilmente negli abiti della miss, l’ex miss Italia Cristina Chiabotto (timida ed un po’ imbarazzata a dover rinunciare alle interviste con le tv locali), Samantha De Grenet che teneva ancora celato in grembo il dolce segreto che presto sarebbe stato svelato con le nozze; la materna Eva Grimaldi, (seduta e cordiale l’ex di Gabriel Garko), l’esplosiva Caterina Balivo, presentatrice Rai di primo piano, l’ex miss Italia Tania Zamparo accolta da genuine esclamazioni di ammirazione da parte dei gruppi in transito e la dolce Hoara Borselli, una delle madrine di maggior successo.

carnevale di macerata (5)Intanto, invisibilmente ai Giardini Diaz, in attesa del count down (ore 14 di domenica 7) carri è gruppi sono già idealmente al posto di partenza. La Pro Loco ha ufficializzato nomi dei partecipanti e provenienza. Per tutti è la prima uscita pertanto c’è molta curiosità. Si fa un gran parlare ma nessuno delle ‘gran macchine carnevalesche’ ha visto ancora niente. La curiosità sta facendo crescere l’interesse per garantire il pienone nell’anello dei Giardini Diaz. I costruttori guidati da professionisti nel settore hanno lavorato mesi per la realizzazione dei carri. Medesimo interesse per i gruppi. La kermesse verrà aperta da un carro proposto dalla Pro Loco di Piediripa al quale farà seguito Dolce Carro che offrirà al pubblico dolci proposti dall’organizzazione, del buon vino offerto dall’azienda agraria Lucangeli e salumi offerti da Carancini Carni di Macerata.

carnevale macerata foto fb pro locoIl primo carro fuori concorso è La Pasquella proposto dalla stessa ProLoco, seguirà il corpo bandistico Città di Petriolo guidato dal maestro Massimiliano Luciani sempre puntuale all’appuntamento con il carnevale maceratese. Sarà lui ad aprire ufficialmente il corso mascherato. Subito il carro n. 1 ‘Il mondo dell’arte’ da Montegranaro cui seguiranno due gruppi “Equivoci” da Urbisaglia e “Frati minori e maggiori” da Montecosaro, guidati dall’ex sindaco. Il carro n. 2 è “Supermario” da Corridonia, poi il gruppo ”Compagnia alfieri musici storici del Gams” da Servigliano. Il carro n. 3 “La vecchia fattoria” proviene da San Girio di Potenza Picena. Il gruppo ufficiale n. 2 è “La macchina che non inquina” al quale seguirà il carro n. 4 “Giubileo della misericordia” da Monte San Giusto. L’ultimo tronco della sfilata verrà preceduto dalla banda “La Lombarda anni 70” da Santa Maria Nuova. Attesissima la sfilata del gruppo n.3 “La Regina Elisabetta” da Madonna del Monte. Chiuderà la sfilata il carro “Pirata dei Caraibi” da Montegranaro ed il gruppo, immancabile e sempre atteso per simpatia e voglia di partecipazione, del cavalier Franco Prato vittima però proprio ieri di un’aggressione (leggi l’articolo). Speriamo sia presente anche il ‘Tramandatore’.  Buon divertimento!



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X