Morto Aldo Ravot,
dirigente Inps e giudice di pace

MACERATA - Aveva 88 anni. Si è spento ieri circondato dall'affetto dei figli Vittorio ed Elisabetta. Parte attiva negli anni '50 per organizzare eventi culturali. Era conosciuto anche a Tolentino e Ancona. Domani (14 gennaio) il funerale a Santa Croce
- caricamento letture
Aldo Ravot

Aldo Ravot

Presentatore di eventi culturali a Macerata, giudice di pace coordinatore a Tolentino, dirigente in Regione. Era tutto questo Aldo Ravot, morto ieri ad 88 anni. Originario di Ferrara ha vissuto molti anni a Macerata andando e tornando nel capoluogo di provincia dove si è spento circondato dall’affetto dei figli Vittorio ed Elisabetta. Una persona conosciuta e apprezzata definita come un vero signore d’altri tempi. A Macerata ha fatto gli studi classici poi la laurea in Giurisprudenza. Negli anni ’50 persona nota a Macerata per l’attiva partecipazione agli eventi culturali della città. Dopo anni di assenza per motivi professionali, è rientrato a Macerata negli anni ’90. Ravot è stato dirigente Inps con incarichi nelle Marche e successivamente dirigente in Regione. A seguire ha ricoperto l’incarico di giudice di pace coordinatore della sede di Tolentino fino all’eta’ di 75 anni. Per i suoi meriti è stato insignito delle onorificenze di cavaliere del Lavoro e ufficiale della Repubblica. E’ ricordato dai figli come una persona estremamente poliedrica e attiva in vari campi extraprofessionali. «Papà si è sempre dedicato ad attività culturali e sportive – dicono Vittorio ed Elisabetta Ravot – partecipando negli anni a innumerevoli gare di running e sci. Grande amante della montagna e dell’escursionismo, praticato dalla gioventù sino a gli ultimi momenti della sua vita. Personalità creativa e sempre aperta all’innovazione, intelligenza arguta, si dedicava con diletto e grande capacità alla poesia e al disegno. Molto amato e stimato e da tutti quelli che l’hanno conosciuto, sia in ambito professionale che privato, per il suo carattere elegante e spesso ricordato come un vero signore d’altri tempi». Il funerale ci sarà domani (14 gennaio) alle 9 nella chiesa di Santa Croce a Macerata.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X