Impara le tecniche di primo soccorso
e un mese dopo salva una vita

LA STORIA - Il 18enne tolentinate Lorenzo Rossi ha salvato un uomo colpito da infarto a San Severino. Il ragazzo, poco tempo prima, aveva ottenuto a scuola il brevetto Blsd per il massaggio cardiopolmonare
- caricamento letture
Lorenzo Rossi, 18 anni

Lorenzo Rossi, 18 anni

di Leonardo Giorgi

Vede un uomo disteso sul ciglio della strada e gli salva la vita con le tecniche apprese a scuola. É la storia a lieto fine che ha visto protagonista lunedì scorso il 18enne Lorenzo Rossi, studente tolentinate al quinto anno dell’istituto tecnico Divini di San Severino. Lorenzo ha applicato il massaggio cardiaco sull’uomo che era andato a tagliare la legna con un amico, salvandolo e riuscendo a guadagnare tempo per l’arrivo dell’ambulanza. Il ragazzo, circa un mese prima a scuola, aveva conseguito con successo l’esame per il brevetto Blsd (basic life support – defibrillation), che riconosce l’apprendimento delle tecniche di primo soccorso e dell’uso del defribillatore.

Basic Life Support, tecnica di primo soccorso

Basic Life Support, tecnica di primo soccorso

«Stavo tornando a casa a Serrapetrona – racconta Lorenzo – dopo essere uscito da scuola. Ero in macchina con il mio amico Luca, quando, dopo circa dieci minuti, sul ciglio della strada abbiamo visto un uomo sui sessanta anni disteso a terra, assieme ad un altra persona che era in ginocchio lì vicino. Abbiamo accostato vicino ai due, abbiamo preso coraggio e siamo andati a verificare cosa fosse successo». «L’amico del 60enne disteso a terra – spiega il 18enne – ci ha detto che l’uomo, mentre stava tagliando la legna, si è accasciato al suolo nel giro di pochi istanti, senza dare segni di vita. Ho capito che questo era un chiaro segno di arresto cardiaco allora, in attesa dei soccorsi, ho applicato il massaggio per la rianimazone cardiopolmonare, imparato nel corso di primo soccorso a scuola. Ho massaggiato il petto dell’uomo e il signore ha iniziato a riprendere coscienza. Fortunatamente l’arresto cardiaco si era verificato solo un minuto prima, quindi il mio intervento ha funzionato alla perfezione».

All’arrivo dei soccorsi, Lorenzo si è voluto assicurare che la vita dell’uomo non fosse più in pericolo ed ha anche dato una mano ai paramedici intervenuti, tenendo la mascherina di ossigeno sul volto del settempedano colpito da infarto. «Voglio dire – sottolinea Lorenzo – che ce l’ho fatta anche al supporto del mio amico Luca, che in quei momenti di panico si è reso molto utile mettendo in sicurezza la zona, posiziando il triangolo sulla strada. Comunque devo tutto al brevetto Blsd ottenuto all’istituto tecnico, dove questi giorni sto ricevendo tanti complimenti». Il corso tenuto dalla professoressa di scienze motorie Paola Fiori ha infatti dimostrato l’importanza dell’apprendimento, anche a scuola, di tecniche di primo soccorso. Apprendimento che è previsto anche dall’ultima legge di riforma della scuola, approvata nel 2015.

L'Itis di San Severino

L’istituto tecnico Divini di San Severino

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X