Auto d’epoca:
esenzione bollo a rischio

TASSE - Il Consiglio regionale stava per approvare una delibera che avrebbe reintrodotto il pagamento del bollo anche per le auto con più di 20 anni
- caricamento letture
raduno auto d'epoca (2)

Un raduno di auto d’epoca

Il Consiglio regionale era vicino all’approvazione unanime di una legge, in linea con la finanziaria 2015, che reintroduce l’obbligo di pagare il bollo anche per le auto con più di 20 anni. Ad opporsi è stato il consigliere regionale di FI Enzo Marangoni, che ha posto l’accento sulla possibilità di bloccarla con normative regionali, come già è avvenuto in altre parti d’Italia. «Le auto d’epoca – afferma Marangoni – hanno importanza come indotto economico perché molte ditte artigianali lavorano per la manutenzione delle medesime vetture . La tematica ha risvolti anche sociali: molte famiglie posseggono auto vecchie perché impossibilitate nell’acquisto di nuove auto; sarebbe stato peraltro ingiusto far pagare il bollo anche a queste fasce non abbienti come invece ha previsto il Governo Renzi». Sul tema si pronuncia anche Elisabetta Foschi altro consigliere di FI «La reintroduzione del bollo, che nella testa di qualche legislatore avrebbe dovuto incrementare le casse regionali, in realtà avrebbe comportato la rottamazione di un patrimonio immenso, impossibile da tutelare da parte dei proprietari visto l’enorme incremento dei costi. Non solo. Mandando al macero tantissime auto, anche tutto l’indotto che esiste attorno alla manutenzione delle autovetture avrebbe sofferto fortemente. Per questo nei giorni scorsi ho presentato una apposita interrogazione e ho firmato una risoluzione che impegnasse la Giunta a reinserire l’esenzione. Oggi la risoluzione è stata votata all’unanimità ma è assolutamente necessario che la Giunta non ignori, come spesso avvenuto, la votazione dall’Aula ma si attivi da subito per deliberare l’esenzione così da comunicarla subito agli uffici ACI che già stanno chiedendo ai proprietari il pagamento della tassa. Vigilerò affinché questo accada nella prossima giunta visto che il bollo andrebbe pagato entro fine gennaio. Approvare una mozione senza dargli seguito creerebbe solo confusione tra i cittadini».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X