Il Natale da Mirella:
in 250 al pranzo della solidarietà

MACERATA - Per il 18esimo anno la trattoria Da Ezio ha offerto il pasto natalizio ai più poveri. A tavola anche il sindaco Carancini e l'assessore provinciale Bianchini. Nello staff giovani volontari. La cuoca dal cuore d'oro: " La cosa più bella è donare gioia alle persone". Gli ospiti: "Ci ridà speranza"
- caricamento letture

(In alto la galleria fotografica di Guido Picchio)

mirella 13

Mirella con il sindaco Romano Carancini e l’assessore provinciale Massimiliano Sport Bianchini al pranzo della solidarietà

di Claudio Ricci

Natale è prima di ogni altra cosa donare senza chiedere. Questo Mirella della Trattoria da Ezio lo sa e con il suo ormai celebre pranzo della solidarietà continua da 18 anni a dare lezione di generosità. Un’occasione a cui ormai anche le istituzioni non possono sfuggire perchè è divenuta una ricorrenza imprescindibile nel calendario maceratese. Tra i 250 ospiti di Mirella (al secolo Armida Lambertucci), del marito Giovanni e del figlio Marco ci sono anche il sindaco Romano Carancini, l’assessore provinciale alla Cultura Massimiliano Sport Bianchini e il consigliere comunale Ivano Tacconi. Seduti al loro fianco persone che anche solo per un giorno vogliono sentirsi a casa, coccolati come farebbe una mamma con i propri figli.

mirella 3Una vigilia di Natale per dimenticare il resto dell’anno fatto di stenti sofferenza o magari solitudine. Sono sempre di più i bisognosi per cui Mirella e il suo staff composto anche da volontari, tra cui la giovanissima Valentina, cucinano e si prodigano. Le luci della cucina sul retro della storica trattoria di via Crescimbeni si accendono alle 4 del mattino.  Ai fornelli anche Chiara, chiamata apposta per l’occasione e l’aiutante di sempre, Maria. Sfizioso il menù di pesce: spaghetti e risotto alla marinara, brodetto, coda di rospo alla mugnaia, insalata, patate e panettone. Il tutto bagnato da un genuino vino bianco, o rosso (o entrambi per rispettare la bandiera maceratese) .

mirella 2

Mirella omaggia Regina e Marcella con panettone e spumante

All’uscita l’abbraccio di Mirella con tanto di pacco contenente dolci e spumante non può non strappare una lacrima. Marcella è commossa e non trattiene il pianto. Ha saputo del pranzo della solidarietà tramite un volontario del centro di ascolto a cui ha raccontato la sua storia. «Ho appena divorziato da mio marito e non ho più una casa – confida – Lavoravo come badante e donna delle pulizie in una pensione lungo la costa. Ho perso anche il lavoro e non posso ancora andare in pensione. Sono disperata. In Mirella ho trovato una sconosciuta che mi ha ridato la speranza quando parenti ed amici mi avevano già abbandonata. Mi ospiterà anche nei prossimi giorni e le sono profondamente grata. Credo che sia una persona come se ne trovano poche. Intanto sono in cerca di un lavoro come badante e prego chiunque  fosse interessato di contattarmi per un impiego».

mirella 6

L’ingresso della trattoria Da Ezio

Quest’anno per la prima volta non sono stati distribuiti pacchi alimentari da asporto. «L’anno scorso molte persone sono venute prima del pranzo finendo i pacchi prima del tempo – ci spiega Mirella – ecco perchè quest’anno abbiamo deciso che ciò che avanza verrà distribuito solo dopo il pranzo alle 16. Per dare più un senso di condivisione e comunione tutti insieme». Molti i sorrisi e i cuori che anche solo per un ora si sono riempiti di gioia. Gli invitati hanno goduto di un buon pasto, rigorosamente handmade (come direbbero gli inglesi), assaporando un’atmosfera natalizia dal gusto tipico grazie anche alle colorite battute, rigorosamente in dialetto maceratese di Mirella. «Tutto il pranzo lo offriamo noi. Lavorando per tre giorni ai preparativi e acquistando tutto il cibo di tasca nostraracconta Mirella – . La cosa più bella è donare gioia alle persone e vederle andare via felici, anche se solo per un giorno». Buon Natale Mirella.

mirella 11

mirella 4

mirella

mirella 10



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X