Venivano dall’Umbria a fare furti,
catturati due ladri

SOS MALAVITA - Si tratta di albanesi che sono stati bloccati dopo che avevano tentato di colpire in alcune abitazioni di Pollenza e avevano rubato una Bmw. Nel corso della notte controlli (e denunce) anche per guida in stato di ebbrezza
- caricamento letture

carabinieri6di Gianluca Ginella

Pendolari del furto finiscono in manette in Umbria dopo aver fallito un paio di colpi a Pollenza ed essere riusciti a rubare una Bmw all’interno di un garage. Gli arrestati sono due albanesi che sono stati fermati dopo essere fuggiti per un soffio ai carabinieri che hanno disposto posti di blocco fino a Perugia. I malviventi la notte scorsa hanno agito nella zona di Pollenza. Ma le loro mosse sono state notate e tempestivamente segnalate dai residenti ai carabinieri (che erano impegnati in attività di controllo contro furti e guida in stato di ebbrezza in diverse località della provincia). I militari sono riusciti a sventare un paio di furti in abitazione. Poi alle 5 di mattina sono intervenuti in una casa di Pollenza dove questa volta i banditi erano riusciti a rubare una Bmw X3. Sul posto i militari del Nucleo operativo e radiomobile di Macerata che hanno dato il via alle ricerche dei malviventi allertando anche la polizia. Un dispiegamento di forze ha coinvolto tutta la provincia nella zona montana e anche l’Umbria perché è in direzione dell’entroterra che i malviventi erano stati visti fuggire. All’alba la Bmw con a bordo due albanesi, residenti in Umbria, è stata fermata ad un posto di blocco della polizia di Perugia. I malviventi sono stati arrestati. Secondo gli accertamenti i banditi si spostavano dall’Umbria al Maceratese per fare i furti. Nel corso dell’operazione è stata trovata molta refurtiva che ora è al vaglio dei carabinieri per ricostruire i movimenti della banda e restituire la merce ai proprietari. Le indagini sui furti hanno consentito ai carabinieri di trovare, alle 16 di ieri, a Troviggiano di Cingoli, una Ford Fiesta che era stata rubata a novembre e a Treia. Nel corso della notte, per contrastare i furti e la guida in stato di ebbrezza, sono stati diversi i posti di controllo disposti a Macerata ma anche a Montecassiano e Cingoli. Dieci pattuglie e 20 militari del Nucleo operativo di Macerata e delle stazioni di Treia, Cingoli, Appignano, Montecassiano, Montefano e Pollenza hanno fermato una 50ina di auto e controllato 122 persone tra cui diversi stranieri. Per quanto riguarda le verifiche sulla guida in stato di ebbrezza i carabinieri hanno denunciato due persone trovate con un tasso alcolico tra 1,5 e 2. Si tratta di un 27enne maceratese, trovato alle 5 del mattino in via Trento, a Macerata, alla guida di una Fiat Punto e di un 30enne, anche lui maceratese, fermato alle 4 del mattino in via Roma, sempre nel capoluogo. Entrambi erano alla guida di auto che gli erano state prestate da amici. Oltre alla denuncia, a entrambi è stata ritirata la patente. Cinque automobilisti sono stati invece multati perché avevano la revisione scaduta.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X