Maxi furto di scarpe ortopediche:
colpo da 30mila euro

CIVITANOVA - I malviventi hanno agito alla Salvatelli srl. Rubate 300 paia di calzature. Il titolare "Non ci voleva, siamo nel pieno della produzione". Indagini in corso, potrebbe trattarsi di un'azione compiuta su commissione
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

20141218_144604di Laura Boccanera

Maxi furto di scarpe a Civitanova. Ignoti, forse su commissione, hanno agito questa notte attorno alle 2 all’interno della Salvatelli srl, azienda che produce scarpe ortopediche e per diabetici in via Breda, nella zona industriale di Santa Maria Apparente con il marchio Optima Molliter. Tutto era stato ben studiato, anche il giorno scelto per il furto non è caso. I malviventi hanno oltrepassato la recinzione scavalcando il cancello di ingresso e si sono introdotti all’interno forzando la porta con un grosso cacciavite. Una volta dentro, i malviventi si sono subito recati in produzione dove erano stoccate tantissime paia di calzature pronte per la spedizione. Solo l’allarme scattato appena varcata la soglia non ha permesso ai ladri di ripulire il magazzino, costringendoli ad un’azione rapida. Fuori ad aspettare anche un furgone per portare via la merce. I carabinieri infatti hanno ritrovato le orme degli pneumatici sul terreno. L’azienda, dal 2002 a Civitanova, ma attiva da tre generazioni, produce scarpe molto tecniche dedicate alla fase acuta della malattia ortopedica e calzature per piede diabetico, un prodotto insomma altamente tecnico e innovativo, depositario anche di brevetto. I ladri hanno arraffato circa 300 paia di scarpe di tutti i tipi, ma l’inventario è ancora da definire, per un ammontare di circa 30mila euro. Un prodotto non facilmente rivendibile se non all’estero il che lascia pensare ad un furto su commissione. “Siamo nel pieno della produzione e in questo momento proprio non ci voleva – spiega Franco Salvatelli che assieme alla famiglia gestisce l’azienda – un ringraziamento è doveroso ai carabinieri che sono arrivati subito dopo il furto e con attenzione e cura hanno condotto le indagini e effettuato i rilievi – non abbiamo telecamere, stavamo proprio in questi giorni facendo dei preventivi per installarne alcune”. I carabinieri, giunti sul posto nei minuti successivi al furto che è stato comunque rapidissimo, hanno acquisito alcune impronte lasciate dai malviventi sulle porte. Proseguono le indagini per identificare i responsabili del furto.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X