Il derby premia la Roana Mosca
Sacrata mai in partita

VOLLEY FEMMINILE - La vittoria in tre set consolida il quarto posto della formazione allenata da coach Giganti
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Helvia Recina

Il libero dell’Helvia Recina Sharon Morganti

La Roana Mosca CBF fa suo il derby contro Sacrata Civitanova con un perentorio 3 a 0, dove non si è mai messo in discussione il punteggio e le ragazze di Giganti hanno liquidato le vicine di casa senza troppa fatica. La squadra maceratese è scesa in campo concentrata e ha aggredito subito le avversarie, una partita in cui le padrone di casa hanno sbagliato pochissimo, in cui tutte le ragazze hanno contribuito alla vittoria quando sono state chiamate in causa. La Sacrata, priva del suo capitano Forti, non riesce mai a difendersi dagli attacchi delle avversarie, ne tanto meno in fase punto riesce a registrare una ricezione che, per tutto il match, non ha permesso alla palleggiatrice di giocare un gioco imprevedibile e sfruttare così le sue bocche da fuoco più pericolose. In poco più di un’ora e un quarto viene liquidato un derby che non regala emozioni, bastano i parziali per capirlo (25-18/25-14/25-17), ma dà la sicurezza che questa squadra sta cercando in tutti i modi di conquistare un ruolo da protagonista in questa stagione di B2. Con questa vittoria, la Roana Mosca CBF consolida il suo quarto posto in classifica a cinque punti dalla squadra di Altino e a sette dal binomio di testa Battistelli- EdilCecacci, ma il campionato è ancora lungo e per far bene è importante affrontare una partita alla volta senza troppi calcoli. Le prossime avversarie saranno le ragazze di Ravenna, che ospiteranno la Roana sabato prossimo per cercare di contrastare la carica e l’aggressività delle maceratesi che, invece, vogliono chiudere l’anno con l’ennesima vittoria e portare a casa altri punti importanti per il futuro di questa squadra. Altra storia quella delle ragazze della serie D che non riescono nell’impresa a Grottazolina, capolista del girone, e perdono l’ennesima partita alternando bel gioco al gioco confusionario e remissivo. Ma al d là del punteggio bisogna sempre ricordare che questa è una squadra in cui la veterana del gruppo è nata nel 1996 e che la palleggiatrice è nata nel 1999, quindi, queste ragazze stanno facendo un percorso di crescita che sportiva che darà i suoi frutti nel lungo periodo. L’obiettivo di salvezza non è ancora compromesso e l’allenatrice Morresi e le sue ragazze non si lasciano abbattere dai risultati matematici, ma hanno la mente concentrata sui progressi che si stanno ottenendo. Arriva il primo punto per le ragazze della seconda divisione guidate da Laura Paparoni, alla sua prima esperienza in un campionato di categoria, mentre continua la scia negativa per le ragazze della prima divisione che hanno perso la fiducia in loro stesse e riescono più a macinare il gioco delle prime giornate di gara. Dal settore giovanile vengono risultati alterni: un under 18 vince e l’altra perde così come l’under 16, ma le vere protagoniste di questa settimana sono le piccole atlete che domenica hanno dato il via ai tornei di micro e mini volley, partecipando alla prima tappa invernale, organizzata dalla Federazione di Macerata, in cui non ci sono stati ne vinti ne vincitori ma tante bambine felici.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X