La Tardella punta sempre in alto
“Maceratese, voliamo tra i professionisti”

L'INTERVISTA - La presidentessa non si tira indietro: "La città ha fame di calcio, vogliamo arrivare più in alto possibile. Per vincere il campionato dobbiamo temere Civitanovese e Fano". E chiede più dialogo con le forze dell'ordine. "Vorrei collaborare con l'amministrazione comunale e la questura per prendere decisioni che possono soddisfare tutti"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Tardella_magi

L’abbraccio tra la presidentessa Maria Francesca Tardella e mister Beppe Magi dopo la vittoria di ieri contro la Samb

La Maceratese festeggia sotto la curva

La Maceratese festeggia sotto la curva

di Andrea Busiello

Questa Maceratese è sicuramente la più bella degli ultimi vent’anni. L’entusiasmo in città è palpabile e aumenta settimana dopo settimana. La vittoria contro la Samb (leggi l’articolo) ha consolidato il primato della formazione di mister Magi nel campionato di serie D e l’obiettivo di salire tra i professionisti è meno utopistico da raggiungere. Da quattro anni a capo della società, la presidentessa Maria Francesca Tardella ha portato i biancorossi dall’Eccellenza all’Interregionale nel primo anno e raggiunto i play off nei successi due campionati. Ma questo potrebbe essere davvero l’anno buono per riportare la città tra i professionisti.

Presidentessa, se l’aspettava una Maceratese così in alto dopo quindici giornate?

“Sinceramente no. Pensavamo di aver costruito una squadra forte e capace di giocarsela con tutti ma essere primi dalla prima giornata è un risultato inaspettato, seppur molto positivo. Il gruppo è buono, l’amministrazione comunale ci è vicina e la tifoseria ci sta dando una carica enorme: ci sono tutte le premsse per continuare su questa strada”.

La tribuna dell'Helvia Recina in festa per la Maceratese

La tribuna dell’Helvia Recina in festa per la Maceratese

Contro la Samb un’altra brillante prova della sua squadra…

“Concordo. E’ stata una partita splendida. Siamo partiti male, poi abbiamo cominciato a giocare come sappiamo e la vittoria ce la siamo meritata tutta. E’ vero che loro hanno avuto una gestione un pò scriteriata ma noi siamo stati bravi ad approfittarne”.

Dove vuole arrivare questa Maceratese?

“Il più in alto possibile. Siamo primi e non vogliamo tirarci indietro. Proveremo ad arrivare tra i professionisti”.

Come giudica le restrizioni applicate dalla questura e dalla prefettura per la gara contro la Samb?

“Non voglio entrare nel merito della singola partita ma vorrei aprire un confronto con amministrazione e forze dell’ordine per cercare il bene della città e della Maceratese. Noi ci rendiamo sin da subito disponibili al confronto perchè credo che tramite la collaborazione di tutti si può arrivare a risultati soddisfacenti e quando si valutano delle partite a rischio sarebbe meglio parlare con anticipo e non affrontare il problema il giovedì precedente alla gara. Rimango dell’idea che la cosa migliore da fare è quella di sederci intorno ad un tavolo e parlarne tutti insieme: forze dell’ordine, amministrazione e società. Solo così si potranno raggiungere dei risultati soddisfacenti per tutti”.

Il ds Maurizio Gagliardini abbracciato da Ferri Marini e Garaffoni

Il ds Maurizio Gagliardini abbracciato da Ferri Marini e Garaffoni

Siamo negli ultimi giorni di mercato. Ci saranno altri arrivi in casa biancorossa?

“Si. Dopo aver preso un altro portiere, in settimana dovrebbe arrivare un centrocampista under. In attacco non possiamo sbagliare il colpo. Se c’è un giocatore che ci soddisfa dal punto di vista tecnico ed economico lo prenderemo in considerazione, altrimenti non escludiamo di rimanere così”.

Per la vittoria del campionato sarà lotta a due con la Civitanovese?

“Inserisco anche il Fano. Oltre a noi, rossoblu e granata non escludo dalla lotta Matelica e Sambenedettese”.

Macerata è pronta per approdare tra i professionisti?

“La città ha fame di calcio e merita un palcoscenico di spessore. Però ho bisogno dell’aiuto di tutti per creare qualcosa di importante e portare la Maceratese in Lega Pro. L’amministrazione comunale deve esserci sempre vicina e dobbiamo avere un rapporto continuo, costante e collaborativo. Ma è fondamentale allargare la base societaria inserendo gente seria e vogliosa di far bene. Il Cittadella fa la serie B, perchè la Maceratese non può fare la Lega Pro? Io sono aperta e disponibile con chiunque volesse dare una mano alla società”.

Sul fronte mercato va anche detto che sembra essersi risolta la situazione del centrocampista Belkaid, in gol anche ieri con la Samb, che quasi certamente resterà in biancorosso.

I giocatori della Maceratese sotto la tribuna

I giocatori della Maceratese sotto la tribuna

La tensione sul volto di Maria Francesca Tardella nel match contro la Samb

La tensione sul volto di Maria Francesca Tardella nel match contro la Samb

maceratese- sambenedettese (9)

La curva della Maceratese



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X