Venditori abusivi, blitz dei carabinieri
Fuga in spiaggia per 10mila euro di merce

CIVITANOVA - I militari li hanno sorpresi sul lungomare sud. Vendevano finti Woorlich, Colmar, Napapijri e Diesel. I vu' cumprà, una ventina, prima hanno cercato di portarsi via la merce poi l'hanno abbandonata. Recuperati 300 articoli
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
La merce sequestrata dai carabinieri di Civitanova

La merce sequestrata dai carabinieri di Civitanova

Sorpresi a vendere merce contraffatta e in modo abusivo si danno alla fuga in spiaggia. Recuperato tutto il materiale, 300 pezzi tra abbigliamento e dvd, per un valore di circa 10mila euro. E’ successo ieri sul lungomare sud di Civitanova, all’altezza dell’ex Ente Fiera. E’ lì che i carabinieri della Compagnia locale, diretta dal capitano Enzo Marinelli, hanno intercettato circa 20 persone di etnia africana durante i controlli finalizzati al contrasto della vendita di prodotti falsi. I vu’ cumprà  stavano imbustando la merce, esposta poco prima sul bordo del mariapiede in una sorta di bancarella non autorizzata, all’interno di grossi sacchi per spostarsi probabilmente in qualche via del centro e continaure l’attività approfittando della giornata di mercato ambulante che il sabato anima Civitanova. Alla vista dei militari i venditori non in regola si sono dati alla fuga correndo verso la spiaggia e portandosi via la merce. Dopo pochi metri, per agevolare la loro ritirata, hanno abbandonato tutto il materiale a terra proseguendo la fuga. I carabinieri, cinque pattuglie in tutto, sono riusciti a bloccarne du, di nazionalità senegalese. Portati in caserma sono in corso accertamenti.

I borsoni ritrovati in spiaggia

I borsoni ritrovati in spiaggia

I militari hanno recuperato tra la sabbia cinque borsoni e zaini contenenti 300 articoli di materiale contraffato tra giubbotti , maglie, cappellini, portafogli, borse, cinte di vari marchi famosi quali Colmar, Napapijri, Diesel e Woolrich. Tra la merce c’erano anche  50 pezzi tra cd e dvd per un valore complessivo di circa 10mila euro. Tutto il materiale è stato sequestrato e sarà avviato alla distruzione. I controlli dei carabinieri proseguiranno anche nei prossimi giorni.

(Mar.Ve.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X