Civitanovese, ripresa da urlo
La vetta è a due passi

SERIE D - Al Polisportivo i rossoblu chiudono in svantaggio il primo tempo dopo aver sbagliato un calcio di rigore, nella seconda parte travolgono l'Amiternina guidati dal solito Amodeo (doppietta). Fiato sul collo della capolista Maceratese
- caricamento letture

civitanovese amiternina 1

di Maikol Di Stefano

E’ festa rossoblu al Polisportivo di Civitanova. La banda Mecomonaco gioca un buon primo tempo sbagliando anche un calcio di rigore con Amodeo, sul finale va sotto grazie al gol di Petrone, andando al riposo in svantaggio. Qualche mugugno del pubblico che sembra svegliare Degano e compagni. Nella ripresa è una furia cieca quella della Civitanovese, che colpisce a ripetizione due volte con Amodeo e poi con Degano e ancora Mengali; alla fine è festa è applausi per squadra, mister e società.

La Civitanovese torna al Polisportivo, dopo la pesante sconfitta nel derby con la Jesina contro un’Amiternina che lontano da Scoppito ha fino ad ora sempre ben figurato. I padroni di casa, rilanciano a sorpresa Mattia Ruzzier al posto di Forgione, nei giallorossi il pericolo maggiore è Torbidone. Al 4’ sono gli ospiti a farsi vedere per primi; conclusione di Gizzi dall’out di destra del limite, Silvestri para, ma non trattiene, alla fine è Cossu a liberare l’area. Padroni di casa contratti, il primo squillo verso la porta giallorossa arriva solo al 9’ con un diagonale debole di Degano da fuori; nessun pericolo per Di Fabio. Al 15′ verticalizzazione per Di Paolo verso Torbidone, il quale prende il tempo ad Aquino, lob su Silvestri in uscita al limite dell’area, ma è lo stesso ex difensore Maceratese a recuperare. Scossone che sveglia la Civitanovese, al 20’ dagli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Degano, Aquino colpisce di testa da due passi, ma la sfera scheggia la traversa e termina fuori. Due minuti dopo lancio di Degano per Amodeo, che in area di rigore si stoppa di petto e si aggiusta con la coscia il tiro, ma la sua bordata termina alta di poco. Partita che non decolla, allora bisogna aspettare fino al 37’ di gioco per segnale sul corner ospite battuto da Di Paolo l’uscita a vuoto di Silvestri che sorprende Massaccesi che rischia l’autorete, ma la palla termina sul fondo. Un minuto dopo disattenzione in fase d’uscita da parte dei rossoblu e allora ci prova Carrato da fuori area, ma la sfera termina fuori. La svolta della gara potrebbe arrivare al 41’, azione personale di Mioni sulla sinistra che arriva sul fondo e mette in area un pallone forte rasoterra, sulla palla Amodeo che viene atterrato da Mariani. Il direttore di gara decreta il calcio di rigore. Sul dischetto il capitano rossoblu che però manda il pallone sopra la traversa. E’ il secondo rigore sbagliato in stagione per il capocannoniere del torneo. Sullo scadere  monumentale palla gol ancora per i padroni di casa. Lancio di Ficola su Amodeo, che serve Degano, il numero dieci a tu per tu con Di Fabio calcia a botta sicura, il portiere compie un vero miracolo deviando in angolo. Al 47’ lancio lungo su Torbidone che scatta sull’out di sinistra dell’area di rigore superando Cossu che lo stende in area, sfera che finisce sui piedi di Petrone che trafigge Silvestri. . Frazione di gara che termina qui, fra i fischi del pubblico.

civitanovese amiternina 2Ripresa che inizia senza cambi da nessuna delle due parti. Non passa nemmeno un minuto e la Civitanovese agguanta subito il pari. Ruzzier recupera una palla sulla sinistra e crossa in area dove Amodeo indisturbato può colpire di testa e trafiggere Di Fabio. I fischi di qualche minuto prima, si mutano subito in applausi. Al 3’ della ripresa sponda area di Amodeo, Degano non ci pensa su due volte e dai trentacinque metri calcia al volo, ma la palla si abbassa subito dopo aver superato la porta giallorossa. Rossoblu trasformati dall’intervallo, passano trenta secondi e Degano sfonda in area, Scordella lo atterra, per Lillo di Brindisi non ci sono dubbi. Rigore e ammonizione per il numero undici abruzzese. Stavolta Amodeo trafigge Di Fabio. Per il capitano rossoblu è l’ennesima doppietta di stagione. Ospiti tramortiti dall’uno-due dei padroni di casa, che non mollano e continuano a spingere alla ricerca del 3 – 1. Angelone prova a cambiare qualcosa, sostituendo Scordella autore del fallo sul secondo rigore e inserendo D’Alessandris. Mecomonaco risponde:  fuori Ruzzier e dentro Forgione. Civitanovese ora bella da guardare, al 18’ Bensaja ruba palla a centrocampo e lancia Pintori in contropiede sulla sinistra, l’ala sarda serve sull’out opposto dell’area di rigore Degano che finge il tiro e cerca Amodeo in area di rigore, Carrato in corsa libera e salva gli ospiti.  Al 25′ la  Civitanovese è brava a servire il colpo del Ko: Amodeo recupera palla nella trequarti avversaria e serve Degano, il numero dieci di casa entra in area e trafigge Di Fabio. Al Polisportivo è festa vera. Ospiti che provano il tutto per tutto, cambiando completamente la coppia d’attacco fuori Gizzi e Torbidone dentro Lenart e Terriaca. Mossa che però non porta grandi i risultati, anzi sono ancora i padroni di casa sull’asse Pintori – Degano, a sfiorare la quarta rete alla mezz’ora di gioco. Intanto è un’ovazione quella che mister Mecomonaco regala al capitano Nanni Amodeo al momento della sostituzione col giovane Mengali. Al 35’ della ripresa, arriva anche il terzo rigore di giornata al Polisportivo, conclusione di Degano, palla che viene respinta da Mariana di mani. Sul dischetto va Mengali, appena subentrato ad Amodeo. Palla da una parte, portiere dall’altra e 4 – 1.  Margarita appena entrato al 43’ della ripresa colpisce la traversa su calcio di punizione dal limite dell’area. E’ questa l’ultima occasione di una gara, che dopo la sconfitta di Jesi torna a regalare una Civitanovese protagonista del campionato, seconda da sola in classifica e lanciata all’inseguimento della Maceratese a soli 2 punti.

civitanovese amiternina 3 Il tabellino:

Civitanovese: Silvestri 6, Ficola 6, Mioni 7, Bensaja 6.5, Aquino 6, Cossu 6, Ruzzier 6.5 (14’St Forgione 6), Massaccesi 6, Amodeo 8 (31’St Mengali 6), Degano 7.5, Pintori 6,5 (38’ Margarita S.V). Allenatore: Antonio Mecomonaco

Amiternina: Di Fabio 6, Rausa 5.5, Mariani 5, Valente 5, Santilli 5.5, Carrato 6, Di Paolo 6.5, Petrone 6.5, Torbidone 6 (26’St Terriaca 5.5), Gizzi 5 (26’St Lenart 5.5), Scordella 5,5 (11’St D’Alessandris 5.5). Allenatore: Vincenzino Angelone

Arbitro: Lillo Vitantonio di Brinidisi. 1^ Assistente: Baldassarre Giulio di Taranto, 2^ Assistente: Urselli Giuseppe di Taranto

Ammoniti: Bensaja (C), Massaccesi (C), Mariani (A), Scordella (A), Di Paolo (A), Valente (A), Mengali (C), Petrone (A) Degano (C)

Reti: Petrone 47’ PT (A), Amodeo 1’ ST, 6’ST (C), Degano 25’ST (C), Mengali 36’ST (C)

Corner: 4 – 5

Recupero: 3’+4’

 

 

 

civitanovese amiternina 4



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X