Nuova caserma per i vigili,
Voce: “Spesi 40mila euro”
Gabrielli: “Polemica grottesca”

TOLENTINO - Botta e risposta sul trasferimento della polizia locale e sulla cerimonia inaugurale
- caricamento letture
La nuova sede della polizia locale di Tolentino inaugurata sabato scorso

La nuova sede della polizia locale di Tolentino inaugurata sabato scorso

di Marco Cencioni

Dalla rinegoziazione dei mutui alla nuova sede della polizia municipale: continua la polemica fra il movimento politico Voce alla Città e l’amministrazione comunale di Tolentino. Dopo le critiche mosse in merito alla scelta di rinegoziare i mutui (leggi l’articolo), approvata dal consiglio comunale, la Voce torna di nuovo all’attacco sul trasferimento della sede della polizia locale nell’ex palazzo della Pretura (leggi l’articolo). “I vigili urbani della nostra città hanno cambiato casa. Questo trasloco è costato oltre 40mila euro, senza considerare i costi per la “grande festa” e per i lavori di ristrutturazione del palazzo. Una domanda sorge spontanea: quali migliori servizi al cittadino offre la nuova sede? – chiedono gli esponenti della Voce in una nota stampa diffusa ieri pomeriggio – Ci dicono che i  vecchi uffici erano angusti, con postazioni posticce e non adeguati all’immagine del corpo della Polizia Municipale. A nostro avviso tale trasferimento non era una priorità per la nostra città e se avessimo speso questi soldi pubblici non per guardare alla forma ma per andare alla sostanza del problema sicurezza, viabilità e rispetto della legalità e delle norme, come cittadini ci avremmo indubbiamente guadagnato. In tempi di ristrettezze secondo noi i vigili potevano rimanere nella precedente sede, non è certo da questi particolari che si giudica la qualità del servizio svolto dagli operatori – concludono – Aggiungiamo che non essere presenti in consiglio comunale non comporta, in automatico, lo spegnimento del cervello o la disattenzione per quanto accade in città, come invece gradirebbe il sindaco, a cui il nostro dissenso provoca tanto fastidio”.

L'assessore Giovanni Gabrielli nel giorno dell'inaugurazione della nuova sede della polizia locale di Tolentino

L’assessore Giovanni Gabrielli nel giorno dell’inaugurazione della nuova sede della polizia locale di Tolentino

La risposta dell’assessore alla sicurezza e alla polizia locale, Giovanni Gabrielli, non si è fatta di certo attendere. “Quando la polemica diventa strumentale e la ricerca di visibilità diventa esasperata si corre il rischio di incappare in grossolani errori. Quella innescata da Voce alla Città è addirittura grottesca nella forma e nel contenuto – afferma Gabrielli – La lista civica, che i tolentinati hanno con il loro voto lasciato fuori dal consiglio comunale, è disinformata nell’affrontare gli argomenti. I tolentinatihanno mostrato di gradire la scelta di dare nuovi spazi alla polizia municipale ma partiamo dai costi. Il trasloco ha avuto un costo di circa 40mila euro, dovuto esclusivamente agli arredi e all’attrezzatura necessaria al buon funzionamento degli uffici. I locali sono stati ricavati grazie alla sinergia pubblico – privato con cui è stato restituito alla città, completamente rinnovato, l’intero palazzo dell’ex pretura. Voce alla Città probabilmente non sa che con questo spostamento, i locali in cui si trovava la Polizia Municipale saranno destinati per un diverso uso – sottolinea l’assessore –  Tutte le altre spese per “la grande festa” sono state coperte interamente con la collaborazione di sponsor e aziende private, così come il rinfresco preparato dalle cuoche delle mense comunali che si sono messe a disposizione in maniera completamente gratuita e che ringraziamo pubblicamente per il loro lavoro. Da ultimo, forse a Voce alla Città faceva piacere avere un corpo di polizia municipale costretto a lavorare in spazi inadeguati. Crediamo che lo spostamento da quella sede angusta e indecorosa fosse un atto doveroso per la dignità delle persone che lì si trovavano a lavorare a contatto con il pubblico in condizioni davvero al limite della decenza. Allo stesso modo – conclude Gabrielli –  crediamo che Voce alla Città abbia perso un’altra occasione per dimostrare che la politica è un’altra cosa rispetto al livore e alla critica strumentale”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X