Vittorio Sgarbi show a Cartacanta

CIVITANOVA - Il noto critico d'arte, che si è lasciato andare anche ad effusioni con una misteriosa accompagnatrice, ha divertito e incantato la platea del teatro Annibal Caro: "Metterei Corvatta al posto di Marcolini e Marcolini come sindaco di Ancona"
- caricamento letture
Vittorio sgarbi ospite di Carta Canta

Vittorio sgarbi ospite di Cartacanta

carta canta_sgarbi11di Laura Boccanera

(Foto Ciro Lazzarini)

La Chiesa, la politica e certamente l’arte. E poi la Boschi, Renzi che è “uno che si agita per agitarsi senza un progetto” e poi ancora “il centrodestra è finito, io taglierei le Regioni e metterei Corvatta al posto di Marcolini e Marcolini come sindaco di Ancona che non mi risulta abbia mai avuto un sindaco”. È un Vittorio Sgarbi in gran forma, ironico, divertente e un filo irriverente quello che ieri sera ha divertito e incantato con la sua verve il pubblico del teatro Annibal Caro di Civitanova Alta. In tanti hanno preso parte alla conferenza spettacolo con il Maestro Lorenzo di Bella, accompagnato dalla voce e dalle poesie di Andrea Di Buono, uno dei momenti più attesi di Cartacanta 2014. E l’istrionico storico dell’arte non ha deluso le aspettative.

Vittorio Sgarbi e la sua accompagnatrice

Vittorio Sgarbi e la sua accompagnatrice

Accompagnato da una misteriosa dama che l’ha seguito fianco a fianco per tutta la sera, lasciandosi andare anche ad effusioni in pubblico come ormai il suo personaggio ci ha abituato, Vittorio Sgarbi ha parlato anche dell’Expo e della rappresentanza marchigiana a Milano 2015 con 7 artisti e il fotografo Mario Giacomelli a rappresentarla per l’arte. E poi spazio allo scherzo: “Papetti ha sbagliato carriera- dice rivolgendosi allo studioso marchigiano che lo accompagna- è un grande storico dell’arte, ma ha l’aria da arcivescovo e cardinale, lo vedi cosi alto solenne e facondo” e poi scherza per scaldare il pubblico: “Ho tre critiche da fare, anzitutto la sedia su cui siedo, mi hanno dato sempre molte poltrone ma non le ho mai praticate, la seconda è perché la Martellini e Marcolini vengono ad una serata come questa in blue jeans e per di più strappati , ma la cosa che mi infastidisce più di tutti è il designer che ha declinato verso il basso il DI del logo TdC”. Sgarbi parla poi anche del suo ruolo di assessore alla rivoluzione che svolge a Pesaro e l’amore per la nostra regione: “Non c’è regione migliore delle Marche per descrivere l’Italia, non c’è un grande artista italiano che non sia passato per le Marche”.

Corvatta

Il sindaco Corvatta mostra a Sgarbi le foto di Villa Eugenia

Ad aprire la serata il Maestro Lorenzo di Bella assieme ad Andrea del Buono che hanno allietato la serata con un “banchetto di musica e poesia”, overtoure con Chopin e poi l’incanto di Oblivion e poi il saluto del sindaco Tommaso Corvatta e dell’assessore regionale Pietro Marcolini: “Civitanova si caratterizza sempre di più come una città della cultura, qui non si viene più solo per acquistare calzature o per lo shopping ma anche per vedere la danza e mostre, spettacoli e intrattenimento. Le Marche hanno il 6%del patrimonio artistico della nazione e dal 1997 abbiamo investito 600milioni di euro circa per restaurare i beni culturali che abbiamo”. E a proposito di restauri e conservazione del patrimonio prima dell’inizio della serata il sindaco Corvatta ha mostrato a Sgarbi le foto di Villa Eugenia per chiederne un parere tecnico e possibili sviluppi per valorizzare la struttura che appartiene ad un privato. Il critico d’arte ha mostrato interesse per la struttura fornendo alcuni consigli sui possibili iter da seguire e sponsor mecenate da contattare. A chiusura della serata lo storico dell’arte e gli ospiti hanno visitato la mostra Arte e cibo a sant’Agostino e poi un ristretto parterre ha accompagnato Sgarbi a cena al Donoma.

carta canta_sgarbi8

carta canta_sgarbi10

carta canta_sgarbi12

carta canta_sgarbi4

carta canta_sgarbi6

carta canta_sgarbi5

carta canta_sgarbi3

carta canta_sgarbi1

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X