Un ripetitore sulla torre dell’acquedotto
Cittadini in apprensione

MOGLIANO - I residenti chiedono al sindaco se è compatibile con il regolamento edilizio vigente e la salvaguardia della salute
- caricamento letture
antenna telefonia Mogliano

l’antenna sulla torre dell’acquedotto di Mogliano

Le antenne telefoniche continuano a spuntare come funghi nei vari centri della nostra provincia. Nei giorni scorsi, un gruppo di cittadini di Porto Recanati ha deciso di fare una colletta per pagare un esperto che sapesse illustrare i danni che il ripetitore Vodafone, sorto in via Paccinotti, in prossimità di tre asili, può provocare alla salute (leggi l’articolo).
Oggi è invece u
n gruppo di cittadini residenti nel centro storico di Mogliano a manifestare grande preoccupazione per un ripetitore spuntato negli ultimi giorni: “Da alcuni giorni è apparsa un’altra antenna sull’edificio dell’acquedotto del Tennacola, oltre a quelle già esistenti a breve distanza poste sul campanile della Madonna del suffragio, una concentrazione di antenne che crea problemi di apprensione tra i dimoranti. Pertanto è già stato chiesto al sindaco di Mogliano se le antenne sono compatibili con il regolamento edilizio vigente, se sono state monitorate per  salvaguardare la salute dei cittadini e chiedere con forza che il Comune di doti di un piano antenne per evitare il concentramento delle stesse nella parte storica del paese la meno indicata per le sue caratteristiche architettoniche, la densità di popolazione e la vicinanza di strutture scolastiche”.
I cittadini hanno già raccolto  una cinquantina di firme che hanno inviato al sindaco Flavio Zura insieme ad una richiesta di chiarimenti sulle scelte fatte in materia.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X