Croce tiene in ansia la Maceratese
Petardi fatali, 600 euro di multa

SERIE D - La presenza del centrocampista a Jesi verrà decisa all'ultimo momento a causa del problema alla caviglia. Società sanzionata per le intemperanze di un tifoso
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Marco Croce

Marco Croce

di Andrea Busiello

Seicento euro di multa e una caviglia, quella di Marco Croce, che fa le bizze. Sono queste le due notizie in casa Maceratese. Come previsto, il giudice sportivo ha sanzionato la società per due petardi fatti esplodere durante la gara interna di domenica scorsa contro il Termoli. Un episodio che non macchia l’esemplare comportamento dei supporter biancorossi in questo avvio di stagione ma che deve far riflettere: sarebbe opportuno prendere una dura posizione contro questi atteggiamenti di pseudo tifosi che fanno solo il male della società. Prendere multe ed eventualmente subire squalifiche all’impianto cittadino fanno solo dispedere risorse alla società che in questa stagione ha tutte le carte in regola per salire di categoria e dover pagare multe inutili potrebbe essere fatale. Passando alla questione Croce, il centrocampista sta meglio dopo l’infortunio subito domenica scorsa contro la formazione molisana. Il suo eventuale impiego domenica al Carotti di Jesi verrà deciso solo all’ultimo minuto; ad oggi le possibilità di vederlo in campo sono buone ma non è il caso di rischiare il mediano se le condizioni non fossero ottimali.

Il petardo fatto esplodere all'Helvia Recina

Il petardo fatto esplodere all’Helvia Recina



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X