Tolentino e Portorecanati,
vietato sbagliare
Il Trodica in casa della capolista

ECCELLENZA - Domani (domenica) alle 15.30 il terzo turno del campionato regionale. Cremisi e arancioni, ancora fermi a quota 0, chiedono strada a Vigor Senigallia e Forsempronese. Gli uomini di Crocetti fanno visita alla Biagio
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Il Tolentino è chiamato a riscattarsi

Il Tolentino è chiamato a riscattarsi

di Marco Cencioni

La terza giornata del campionato di Eccellenza è per le squadre maceratesi un turno fondamentale. Corridonia, Portorecanati, Tolentino e Trodica si troveranno di fronte avversarie che rappresentano un vero e proprio banco di prova. I risultati (positivi e non) raccolti sinora dalle quattro formazioni autorizzano i rispettivi tifosi ad attendersi tanto dai match in programma, i cui esiti cominceranno a delineare il quadro delle ambizioni che alimenteranno l’intera stagione. Certo, sembra azzardato attribuire un tale valenza agli impegni di domani ma per tutte, alle ore 15,30 di domenica, potrebbe iniziare un nuovo campionato. Partiamo proprio dalla compagine che ha iniziato meglio, il Trodica di mister Stefano Crocetti. La trasferta contro la Biagio Nazzaro – capolista a punteggio pieno, da tutti indicata come una delle favorite per il salto di categoria – darà la giusta dimensione del valore della squadra biancoceleste. Scintillanti all’esordio in quel di Urbania, bloccati nel primo confronto casalingo dalla bestia nera Grottammare, Bartolucci e compagni sono chiamati ad una prestazione importante, tale da stabilire il confine fra una stagione fatta di alti e bassi e quella perennemente rivolta verso i piani alti della classifica. Il tecnico trodicense avrà tutti gli effettivi a disposizione, dato che Polinesi sembra aver smaltito il brutto infortunio patito durante la preparazione e farà parte dei convocati. Anche per il Corridonia di Ermanno Carassai l’impegno, sulla carta, è davvero proibitivo. Arriva al “Martini” la Folgore Falerone Montegranaro, già capace di sconfiggere i rossoverdi nel doppio confronto di Coppa. La formazione fermana è partita per essere una delle protagoniste ma, al contrario della Biagio Nazzaro, ha raccolto due pareggi in altrettante gare. Stesso ruolino di marcia per Zancocchia e compagni che, però, hanno tutta l’intenzione di trovare il primo sorriso stagionale, magari sfruttando la pressione psicologica che avrà l’avversario, costretto a trovare il successo. Il fatto di non aver subito gol in 180 minuti può essere il fattore su cui puntare per costruire un inizio di campionato importante che poi consenta, al contrario degli anni scorsi, di raggiungere quanto prima la zona tranquilla evitando i playout. A Corridonia credono nel colpaccio, nonostante i tanti infortuni che hanno colpito gli under a disposizione di mister Carassai. Sicuri assenti Tentella, Maccioni, Siroti e Bussonera, oltre a Boccolini. La scelta dei fuoriquota, obbligata, ricadrà su Ciavaroli e Cartechini, con tanti giovani della juniores che verranno aggregati in panchina. Se le operazioni di tesseramento lo consentiranno, l’attacco verrà guidato dall’ultimo arrivato, Luca Bellucci, centravanti in grado di cancellare lo zero dalla casella dei gol segnati in questo inizio di stagione. Tolentino e Portorecanati, le uniche due squadre ancora a secco di punti, sono attese da confronti più che fondamentali, quasi decisivi. Non possono più sbagliare i crèmisi. Al “Della Vittoria” arriva la giovane Vigor Senigallia per un match in cui i sentimentalismi lasceranno il campo all’agonismo. I senigalliesi Clementi e Morganti e il vigorino della passata stagione Focante non potranno guardare in faccia al proprio passato, ma dovranno, con la squadra, pensare a costruire il loro presente per non vedere allontanarsi la speranza di un futuro nei piani alti della classifica. Proprio il difensore, punto di riferimento di un intero reparto, tornerà quanto meno a disposizione del tecnico, che deciderà solo pochi istanti prima della partita se utilizzarlo o meno. Recuperato anche Fede dalla squalifica, Clementi avrà l’imbarazzo della scelta e dovrà guidare i suoi al primo successo della stagione se non vorrà perdere altro terreno dalle battistrada. Come per il Tolentino, anche per il Portorecanati si tratta già di una sfida quasi decisiva. E’ un vero e proprio scontro diretto quello che attende i ragazzi di Tubaldi, chiamati alla difficile trasferta in quel di Fossombrone. Gli arancioni sperano che il conto aperto con la sorte – capace di voltare le spalle per due volte consecutive in pieno recupero – si possa chiudere sin da domani. Alle prestazioni offerte, convincenti ma sfortunate, devono affiancarsi anche i risultati e il tecnico ex Conero Dribbling spera di essere riuscito ad amalgamare un organico stravolto rispetto agli ultimi anni, ma non per questo meno competitivo. Il tridente Rombini, Sampaolesi, Leonardi cercherà di guidare i compagni, per portare via dalla terra del Metauro i primi punti della stagione.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X