Scocca l’ora del derby
Impegni esterni
per Matelica e Recanatese

SERIE D - Domenica alle 15 si torna in campo. Al Polisportivo attesi 4 mila tifosi. Civitanovese al completo, Maceratese con i dubbi Benfatto, Cordova e Kouko. Biancorossi e leopardiani in campo a Jesi e Agnone. DIRETTA LIVE SU CM
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Daniel Kouko in dubbio per il derby

Daniel Kouko in dubbio per il derby

di Andrea Busiello

Si torna in campo per la terza giornata del campionato di serie D. Domani (domenica) alle 15 punti pesanti in palio nei vari campi dove le formazioni maceratesi saranno impegnate. La partita più importante della settimana è senza dubbio quella che propone il Polisportivo di Civitanova, dove i locali ospitano la capolista Maceratese. Un derby sentitissimo tra le tifoserie che metterà in palio punti che vanno ben oltre i tre assegnati a chi vincerà il confronto. Matelica e Recanatese cercano conferme dopo il bel successo ottenuto domenica scorsa: i biancorossi di Gianangeli saranno in campo a Jesi mentre i leopardiani ad Agnone. Il resto del programma prevede Fano-Giulianova, Amiternina-Chieti, Celano-Sambenedettese, Fermana-Vis Pesaro, San Nicolò-Campobasso e Termoli-Castelfidardo. Le gare delle formazioni della nostra provincia verranno seguite, come di consueto, da un’apposita diretta live su CM a partire dalle 14.45.

I tifosi della Civitanovese al Polisportivo

I tifosi della Civitanovese al Polisportivo

QUI CIVITANOVASale l’attesa in vista del derby del Polisportivo, dove sono attesi almeno 4 mila spettatori. I rossoblu arrivano a questa partita con il vento in poppa dopo il successo ottenuto nella prima giornata di campionato contro e il pareggio di domenica scorsa a Pesaro. Mister Mecomonaco dovrebbe schierare il 4-2-3-1 con Agresta tra i pali, Ficola, Cossu, Gialloreto e Mioni a comporre la cerniera difensiva; Della Penna e Bensaja in mediana con Pintori, Degano e Margarita dietro al centravanti Amodeo.

QUI MACERATA – Saranno 900 i tifosi biancorossi presenti nel settore ospiti del Polisportivo. La tifoseria crede nel colpaccio e vuole spingere i propri beniamini ad un risultato che andrebbe ben oltre i 3 punti messi a disposizione. Mister Magi dovrà sciogliere le riserve solo all’ultimo minuto sulle condizioni di Benfatto, Kouko e Cordova che hanno svolto lavoro a parte nell’ultimo allenamento. La loro disponibilità verrà valutata poche ore prima del match. Davanti a Fatone dovrebbero esserci Cordova (infortunio muscolare permettendo), Garaffoni, Marini (o Capparuccia), D’Alessio, Croce, De Grazia, Romano, Kouko, Ferri Marini e D’Antoni. In caso di successo la Maceratese rimarrebbe sola in testa a punteggio pieno dopo tre giornate e comincerebbe veramente a sognare.

Angelo Ercoli, difensore del Matelica

Angelo Ercoli, difensore del Matelica

QUI MATELICA – Pronta per il Matelica la seconda trasferta stagionale che, curiosamente per biancorossi coincide ancora una volta con un derby (dopo quello dell’esordio con la Civitanovese). Questa volta tocca alla Jesina in quello che è stato simpaticamente ribattezzato il derby del Verdicchio. Per il tecnico Franco Gianangeli si tratterà di nuovo di far fronte a una situazione difficile che vede ancora non a disposizione il difensore D’Addazio e l’attaccante Luca Jachetta. In forse il centrale Angelo Ercoli che potrebbe ricomparire in campo a distanza di più di un mese dalla gara della Tim Cup in cui l’infortunio alla mandibola lo ha costretto a sottoporsi a una maxillofacciale. Dunque, spazio a centrocampo ancora una volta, con tutta probabilità, a una zona regia rinforzata. Non è difficile immaginare che mister Gianangeli vorrà affidarsi di nuovo a giocatori esperti schierando in difesa tre under e Gilardi. Dall’altra parte ci sarà una Jesina decisa a riscattarsi dopo la sconfitta dell’ultima giornata e il Matelica è chiamato a dare conferme, ma anche a un’ulteriore prova di forza visto che fare punti al Carotti è sempre un’ardua impresa.

QUI RECANATI – I leopardiani dopo il bel successo ottenuto domenica scorsa al cospetto della Fermana sono chiamati a ripetersi. Il confronto di Agnone sarà durissimo. La formazione molisana nelle prime due giornate ha raccolto un solo punto in classifica ma c’è da scommettere che la voglia di rivincita è tanta dopo la prima sfida interna della stagione contro la Sambenedettese. Infatti l’Agnonese era avanti 3-0 a 20′ dalla fine del match prima di subire una clamorosa rimonta (3-3 il finale) dalla formazione adriatica. Mister Amaolo farà leva sull’esperienza del tandem offensivo Galli-Marolda, capace sempre di regalare gioie alla formazione leopardiana.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X