La capitaneria “affonda” la pesca abusiva,
sequestrati tre chilometri di reti

CIVITANOVA - Durante i controlli in mare la guardia costiera ha scoperto le attrezzature lasciate in acqua dai pescatori di frodo
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

guardia costiera

Oltre 3 mila metri di rete sono stati sequestrati dalla Guardia costiera di Civitanova impegnata nei giorni scorsi in un’operazione finalizzata a evitare la pesca abusiva. I militari a bordo di motonavi hanno sequestrato i tre chilometri di reti che erano state stese in mare da pescatori abusivi, scoperta anche una rete a strascico di piccole dimensioni, appositamente adattata per poter essere utilizzata dalla “piccola pesca”, così da poter pescare sotto costa, quindi in zona non consentita, in contrasto con le norme vigenti in materia. E’ sempre nell’ambito della stessa operazione che la capitaneria di porto ha effettuato altri controlli in mare al fine di verificare il rispetto di tutta le normative concernenti la pesca. Un’operazione che intensificherà i controlli potenziando l’attività di vigilanza della Guardia Costiera di Civitanova per scongiurare il ripetersi di comportamenti illeciti.

(S. San.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X