Petruzzelli-gol, Trodica fuori a testa alta
Nei quarti Tolentino-Folgore

COPPA D'ECCELLENZA - La formazione di Crocetti vince 1-0 ma paga a caro prezzo il quarto cambio nella gara d'andata, costato il 3-0 a tavolino in favore dei cremisi
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Trodica e Tolentino schierate in campo

Trodica e Tolentino schierate in campo

di Marco Cencioni

Il Trodica vince, il Tolentino accede ai quarti di finale della fase regionale della Coppa Italia Eccellenza. I crèmisi dopo il tre a zero della gara d’andata – punteggio decretato a tavolino dal giudice sportivo dopo l’errore dei biancocelesti nelle sostituzioni – hanno perso 1 a 0 al “San Francesco” la gara di ritorno. Minopoli e compagni affronteranno nei quarti la Folgore Falerone Montegranaro (gara d’andata al “La Croce” il 24 settembre, ritorno il 15 ottobre al “Della Vittoria”). Il grande cuore dei padroni di casa non è bastato. Gli uomini di Crocetti, pur consci di dover compiere un’autentica impresa per passare il turno, hanno provato in tutti i modi a ribaltare il discorso qualificazione. Hanno messo in campo le loro doti, evidenziando qualità che li renderanno fra le squadre sicure protagoniste del campionato che sta per iniziare. Quelli di Clementi hanno perso la sfida odierna, hanno dimostrato di dover trovare la giusta amalgama della fase difensiva, ma hanno confermato che con la palla fra i piedi sanno costruire gioco come pochi. Il primo tempo è davvero piacevole. Il punteggio della sfida d’andata autorizza le due formazioni a non badare a tatticismi. Rispetto a sette giorni fa il Trodica è meno attendista e il Tolentino è più brillante nel girare il pallone. Si capisce subito che sarà un bell’incontro. Nel giro di 120 secondi (dall’ottavo al nono) ci sono due occasioni clamorose, una per parte. Nella prima la verticalizzazione di Canuti mette Pandolfi solo davanti a Zallocco, ma l’attaccante preferisce cercare di saltare il portiere invece di tirare e si trascina la sfera sul fondo. Nella seconda Minella, imbeccato da Ciucci, taglia dietro alla difesa e tenta il sinistro in corsa, solo potenza e niente precisione, palla alta. Il ritmo per i primi 25 minuti è molto alto. I crèmisi conducono le danze, i biancocelesti cercano spesso i tagli di Minella e le sponde di Bartolucci per rendersi pericolosi. Dopo due tentativi di Cinotti (16’ e 19’) al volo, in entrambi i casi nessun problema per Zallocco, Frinconi prova la via della rete in due circostanze con il tiro da fuori, sempre senza trovare di un nulla la porta. Il Trodica si rende sempre più pericoloso con il passare dei minuti, sempre sfruttando il lancio lungo dalla trequarti per le punte, abili a tagliare dietro alla linea a tre ospiti. E’così che al 27mo Bartolucci prova la girata di prima, trovando la respinta di Carnevali in angolo. La fase centrale del tempo è meno spettacolare e più spezzettata, ma la “tregua” dura pochi minuti. Sul finire del tempo prima Bartolucci (40’) e poi Minella (43’) calciano in maniera imprecisa dall’interno dell’area di rigore, sprecando due nitide chances. Nella ripresa il ritmo scende ma la partita si mantiene piacevole. Dopo sei minuti Frinconi, servito da Canuti, tenta il destro sul primo palo. Zallocco attento respinge in angolo. Sul capovolgimento di fronte Minella prima dialoga con Tartabini, poi prova il cross trovando Bartolucci in area: il capitano si arrampica di testa ma non trova la porta. La seconda frazione è godibile ma meno ricca di episodi. Si arriva così, senza sbadigli, all’episodio (minuto 67) che decide la partita ma non la qualificazione. Petruzzelli, su un corner battuto da Ramadori, prende il tempo a tutti sul secondo palo e batte Carnevali di testa. Il Tolentino ha il merito di non scomporsi dopo la rete e continua a tessere la sua trama. I locali provano a gettare il cuore oltre l’ostacolo ma producono solo un destro del neo entrato Borraccini, il cui diagonale trova la pronta deviazione di Carnevali. I crèmisi non arretrano e non vacillano, anzi, sfiorano in due circostanze con Pandolfi (la prima in contropiede, sulla seconda decisiva la deviazione di Mengo) il gol del pareggio. Finisce con il Trodica soddisfatto della prova e magari contrariato per aver gettato alle ortiche la qualificazione nella gara d’andata e gli ospiti consci di poter recitare un ruolo da protagonista in questo campionato.

il tabellino:

TRODICA (4-3-3): Zallocco 6.5; Tartabini 6.5 (28’s.t. Borraccini 6.5), Castracani 7.5, Mengo 6, Lambertucci 7; Ciucci 6.5, Marcatili 6 (28’s.t. Mariani 5.5), Petruzzelli 7, Ramadori 7; Bartolucci 6, Minella 6 (19’s.t. Cicconofri 6). A disp.: Bonifazi, Panico, Maddaluno, Spinaci. All.: Crocetti.
TOLENTINO (3-5-2): Carnevali 6; Palazzetti 6, Menchi 6, Nicolosi 6; Frinconi 6.5, Canuti 6.5 (17’s.t. Romagnoli 6), Minopoli 7.5, Mercuri 6 (38’s.t. Morganti s.v.), Ruggeri 6; Pandolfi 6.5, Cinotti 6 (23’s.t. Ripa 6). A disp.: Sileoni, Borgiani, Gobbi, Sciamanna. All.: Clementi.
ARBITRO: Pierpaolo Silvestri di Ascoli Piceno
ASSISTENTI: Simone Tidei di Fermo – Sofia Ripanti di Ancona
RETI: 22’s.t. Petruzzelli
NOTE: Spettatori 300 circa. Ammoniti: Minella, Ciucci, Ramadori, Nicolosi, Cicconofri. Angoli 2 – 9 . Recupero: 4’ (0’+4’).

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X