Flusso anomalo di scommesse
Sospetti sul derby Ascoli-Ancona

IL CASO - Il segretario generale di Federbet Francesco Baranca: "Un'anomala immissione di denaro a ridosso del fischio d’inizio ha determinato il crollo dell’over 2.5. Parliamo di oscillazioni causate da centinaia di migliaia di euro piovute su una partita di Coppa Italia di C"
- caricamento letture
L'ombra del calcioscommesse su Ascoli-Ancona

L’ombra del calcioscommesse su Ascoli-Ancona

di Andrea Busiello

L’ombra del calcioscommesse sulla partita di Coppa Italia di Lega Pro tra Ascoli e Ancona. La prima partita ufficiale della stagione è terminata 5-3 in favore dei piceni e proprio i tanti gol della gara sono finiti sotto la lente d’ingrandimento. Stando a quanto scrive l’edizione on line del quotidiano “Il Tempo” la partita ha riscontrato uno stranissimo giro di puntate sull’over 2.5 e 3.5 (almeno 3 o 4 gol nel corso della gara) nei minuti precedenti l’inizio della sfida, attirando i sospetti di Federbet, l’organismo internazionale con sede a Bruxelles attivo da tempo contro la manipolazione degli eventi sportivi, partner di federazioni e club di mezzo mondo. “Un’anomala immissione di denaro a ridosso del fischio d’inizio ha determinato il crollo dell’over 2.5 – commenta Francesco Baranca, segretario generale di Federbet – Si tratta della giocata in cui lo scommettitore incassa se vengono segnati almeno tre gol. La quota in questione è scesa da 2.7 (puntando un euro se ne incassano 2.70) a 1.6. Quella più redditizia, l’over 3.5, è letteralmente precipitata da 4.8 a 2.5 – continua Baranca – Un tracollo dovuto a un’iniezione massiccia di denaro nel circuito. Parliamo di oscillazioni causate da cifre nell’ordine di centinaia di migliaia di euro piovute su una partita di coppa Italia di serie C che, sebbene si trattasse di un derby molto sentito, normalmente avrebbe attratto un numero di giocate molto inferiore. E senza nessuna notizia particolare legata a defezioni o cambi nelle formazioni”. L’approccio delle organizzazioni anti-fixing è squisitamente numerico: troppi soldi su una partita, troppi soldi su un range limitato di scommesse, risultato che premia le aspettative dei maxigiocatori. A far accendere la spia di Federbet – partner ufficiale, tra gli altri, della Liga de Futbol Profesional spagnola – è anche un altro elemento. “L’abbassamento dell’over non è coinciso con variazioni legate alle quote dell’esito della partita” continua Baranca. In sintesi, chi ha puntato forte – anzi, fortissimo – sulla goleada non ha giocato sulla vittoria di una delle due squadre, né sul pari. L’importante, erano i gol. Per la cronaca, ad aprire le marcature è l’ascolano Mustacchio, rete bissata da Mengoni. Ancona a segno con Tulli, replica bianconera di Perez. Il primo tempo finisce 3-1, nel secondo l’Ascoli fa cinquina con Berrettoni e Chirico. Il forcing finale premia l’Ancona con le reti di Gelonese e Pizzi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =