Trodica, Rossetti non si scompone
“Sbagliare è umano, niente drammi”

ECCELLENZA - Il numero uno della società torna sul clamoroso quarto cambio effettuato contro il Tolentino: "Immagino che il giudice sportivo ci infligga il 3-0 a tavolino ma contro i cremisi abbiamo offerto una prova impeccabile"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Patron Rossetti 2

Il presidente del Trodica Rossetti

di Marco Cencioni

“Un errore si può commettere, è capitato anche ad altre squadre di sbagliare sui cambi, stavolta è successo a noi: per quanto mi riguarda è una storia già chiusa”. Il presidente del Trodica, Maurizio Rossetti, analizza quanto accaduto ieri nella gara d’andata degli ottavi di finale della fase regionale della Coppa Italia Eccellenza. Il suo Trodica ha effettuato quattro sostituzioni, mentre sono tre quelle consentite (comunicato n.12 LND Marche del 14/08/2014). Il cambio incriminato è quello che ha visto entrare in campo, a nove minuti dal novantesimo, il giovane Maddaluno per Minella. Quasi scontata la sconfitta 3 a 0 a tavolino dato che, ovviamente, il Tolentino presenterà ricorso (il match era finito sullo 0-0). “Quello che più mi interessa è valutare come la squadra si è espressa ieri sera, nonostante le tante assenze, al cospetto di una formazione forte come quella crèmisi – sottolinea il neo presidente – Ho visto un Trodica organizzato, che ha sfiorato più volte il gol del vantaggio. Siamo davvero soddisfatti dell’operato di mister Crocetti, di come ha lavorato durante la preparazione, di come ha impostato la partita. Non do la colpa a nessuno di quanto accaduto perché, ripeto, un errore come quello commesso ieri sera può accadere a chiunque”. Non è la prima volta che una sfida di coppa fra le due squadre verrà decisa da un verdetto della disciplinare. Nella stagione 88/89, infatti, capitò al Tolentino (allenatore Marco Venturini) di effettuare una sostituzione in più. Si giocava a Trodica e i crèmisi vinsero con il punteggio di 0-1, risultato cancellato dal giudice sportivo che inflisse ai tolentinati la sconfitta 3 a 0 a tavolino. Il presidente biancoceleste, poi, parla dell’incontro di ritorno in programma domenica prossima al “San Francesco”. “Fra sette giorni ritorneremo in campo, difficilmente potremo ribaltare il 3 a 0, punteggio che immagino venga assegnato a tavolino dal giudice sportivo – afferma Rossetti – Sarà comunque importante affrontare la gara cercando di vincerla. Lo meritano i ragazzi, il mister, noi dirigenti e tutti i tifosi. Ieri abbiamo offerta una prova impeccabile, destando un’ottima impressione: scenderemo in campo per fare la nostra partita sperando di vincerla”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X