La politica si misura sul Verdicchio
Medaglia d’oro per due vini “Lamelia”
di Sparvoli, Canil e Cingolani

MATELICA - L'enologo Potentini è sceso in campo con il sindaco Delpriori. Sindaco e assessori della vecchia amministrazione ora componenti dell'opposizione hanno ottenuto un riconoscimento in Germania per l'etichetta creata con le cantine Provima
- caricamento letture
Un brindisi con Daniele  Sparvoli e Denis Cingolani

Un brindisi con Daniele Sparvoli e Denis Cingolani

Dopo la discesa in campo dell’enologo Roberto Potentini che, con la vittoria alle ultime elezioni del sindaco Alessandro Delpriori, ha assunto il ruolo di assessore alle attività produttive, a Matelica nella competizione politica assume sempre più centralità quello che viene definito l’oro della città, il Verdicchio. A tal proposito riceviamo un comunicato del gruppo di minoranza Nuovo Progetto Matelica che esprime grande soddisfazione per il successo dell’etichetta “Lamelia vini” creata da Sparvoli, Canil e Cingolani con le cantine Provima:

«Non prima di marzo 2014, Paolo Sparvoli, Mauro Canil e Denis Cingolani (sindaco e assessori nella precedente amministrazione ndr) insieme alle Cantine Provima hanno scommesso sul territorio, hanno dato vita ad una nuova etichetta “”Lamelia vini”. Oggi a distanza di poco più di 5 mesi ecco arrivare il primo riconoscimento. Il Verdicchio “Lamelia”, della Cantina Provima di Matelica si è aggiudicato la medaglia d’oro. La cantina matelicese porta a casa il riconoscimento “Gold”, ovvero l’oro, in due prodotti: il Lamelia Verdicchio base e il Lamelia Verdicchio San Vito selezione. Non un premio qualunque per la Provima, ma il riconoscimento più importante in Germania, il Berliner Wein Trophy, con 12 mila vini provenienti da circa 40 paesi in tutto il mondo. L’evento si tiene due volte all’anno e dalla prima edizione del 2004, è diventata una delle competizioni tra vini più importanti in campo internazionale. Nel 2013 sono state presentate domande di partecipazione da 7500 case vitivinicole. Tantissime le aziende partecipanti, alcune con decine di vini ed etichette diverse, ma nonostante ciò il Verdicchio di Matelica di casa Lamelia è riuscito a guadagnarsi il prestigioso bollino d’oro che ora potrà esibire sulle nuove e raffinate bottiglie. Esprimiamo come gruppo consiliare, grandissima soddisfazione per il riconoscimento ottenuto da Paolo Sparvoli, Mauro Canil e Denis Cingolani. L’avventura di “Lamelia” è iniziata con il Vinitaly, in cui il nuovo prodotto si è presentato al pubblico.

Berlin-Wine-TrophyIl progetto nasce nell’ottobre del 2013 dalla collaborazione di privati che credono nel territorio e nelle potenzialità del suo prodotto più eccellente, quali Cingolani, Sparvoli, Canil e la cantina Provima. “Forte è stata la volontà della nostra azienda di promuovere ed incentivare questo nostra eccellenza – spiega il responsabile amministrativo della Provima, Denis Cingolani -. Il problema principale del Verdicchio è che, molto spesso, non viene giustamente apprezzato in quanto non è preferito ad altri prodotti che sono inferiori per pregio e qualità. Il Lamelia è frutto di un’attenta analisi di mercato condotta grazie ai consumatori finali. Diverso, si può definire rispetto agli altri Verdicchio già in commercio, ma pur sempre fedele al “terroir” che lo contraddistingue dal “cugino jesino”. In molti hanno apprezzato la tipicità e l’unicità di questo prodotto che può essere coltivato esclusivamente nel nostro territorio dove se ne contano solo 250 ettari vitati. Non si può, dunque, riprodurre in nessun’altra parte del mondo. Il Verdicchio rappresenta una grande risorsa per Matelica. Forse dovremmo sentirlo un po’ più nostro anche perché, sicuramente, potrà essere uno dei volani per quella ripresa economica tanto attesa oramai da troppi anni. Per me è un onore portare avanti questo progetto così ambizioso ed è fondamentale incentivare un ritorno alla viticoltura di qualità. Ognuno di noi amante del territorio in cui vive potrebbe farlo e dare il suo contributo, mettendosi in gioco in prima persona. Noi a differenza di altri ci stiamo provando a migliorare le sorti di una nostra eccellenza, perché crediamo fermamente nelle potenzialità del nostro territorio”. Grande soddisfazione è stata espressa, per questa medaglia d’oro ottenuta, anche da Sparvoli e Canil che si augurano che la loro iniziativa possa portare i propri frutti non solo per i singoli ma anche per l’intero settore.»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =