Murato l’ingresso dell’ex Fiera

CIVITANOVA - - Questa mattina operai al lavoro per chiudere definitivamente l'accesso alla struttura diventata ostello di senza tetto e clandestini
- caricamento letture
muro mattoni ente fiera

Operai al lavoro per murare l’ingresso dell’ex ente fiera

di Laura Boccanera

Murata con mattoni e cemento la porta d’ingresso dell’ex padiglione fieristico. La struttura ormai da tempo al centro di polemiche per la presenza di abusivi che la utilizzano come ricovero (leggi l’articolo) è stata messa in sicurezza. Ormai da oltre un anno, da quando l’Erf si è sciolto, lo stabile, di proprietà in parte della Regione e in parte del Comune, è rimasto inutilizzato. Nel cuore della città, a due passi dalle palazzine liberty del Lido Cluana, l’ex Fiera è diventata ostello di vagabondi, senzatetto, clandestini. Una situazione non più tollerabile e a poco sono serviti anche i controlli delle forze dell’ordine che puntualmente riscontravano all’interno la presenza di abusivi e situazioni di illegalità legate allo spaccio. E così da stamattina a chiudere l’ingresso non ci sono più solo lucchetti e catenacci, ma un muro fitto di mattoni. Il provvedimento fa seguito a un confronto avvenuto lunedì 28 luglio tra l’Amministrazione Comunale e la Regione Marche, ente proprietario della porzione di struttura che non era ancora stata messa in totale sicurezza e in cui, negli ultimi tempi, si erano verificanti accessi da parte di diverse persone. Valutata la problematica e i rischi ad essa connessi l’assessore Pietro Marcolini e Stefano Capitani responsabile gestione patrimonio della Regione Marche e il Comune con l’ingegner Guarnieri hanno deciso di intervenire e così gli operai di una ditta incaricata hanno provveduto a murare l’ingresso che si affaccia su largo Caradonna e altri interventi verranno effettuati nei prossimi giorni. Tutte le spese sostenute verranno poi riconosciute dalla Regione all’amministrazione comunale. In attesa di sapere come verrà rivalorizzata l’area e quando questa mattina l’intervento di messa in sicurezza ha chiuso, si spera, un capitolo non più procrastinabile per la sicurezza.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X