L’Unità sospende le pubblicazioni, solidarietà ai lavoratori dallo Spi-Cgil Macerata

La home page del sito del sindacato resterà bianca come le pagine di ieri del giornale fondato da Gramsci
- caricamento letture
La prima pagina dell'Unità in edicola oggi

La prima pagina dell’Unità in edicola oggi

Oggi è uscito in edicola l’ultimo numero dell’Unità. Il 29 luglio era stata  annunciata la fine della diffusione del quotidiano, dopo che l’assemblea dei soci ha bocciato il piano dell’azionista di maggioranza Matteo Fago, che aveva proposto l’affitto della testata per 12 mesi e il salvataggio dei lavoratori.

Da mesi il quotidiano fondato da Antonio Gramsci soffre di una crisi di liquidità e ha accumulato 25 milioni di euro di debiti. I giornalisti della testata hanno protestato diverse volte, scioperando e non firmando gli articoli. Il 14 luglio la deputata di Forza Italia Daniela Santanchè e la conduttrice televisiva Paola Ferrari hanno presentato un’offerta per rilevare il quotidiano, ma il comitato di redazione si è opposto alla cessione.

Non è ancora chiaro quale sarà il futuro del giornale, che se non arriveranno offerte per un rilancio della testata rischia il fallimento.

Anche lo Spi- Cgil Macerata esprime solidarietà ai lavoratori della testata.

“Proprio come l’edizione de L’Unità di oggi anche la home page del nostro sito nazionale (www.spi.cgil.it) resterà bianca fino a domani in segno di solidarietà con la redazione e i lavoratori del giornale”. Lo annuncia lo Spi-Cgil di Macerata in una nota: “E’ un gesto piccolo, ma simbolico, – precisa il Sindacato dei Pensionati della CGIL – che evidenzia la nostra affezione ad una testata che si è sempre mostrata sensibile ed attenta alle ragioni dei lavoratori e dei pensionati, tant’é che nell’ultimo numero ospita un articolo del nostro Segretario nazionale Carla Cantone.
Ci auguriamo con tutto il cuore che quello de L’Unità non sia un addio, ma un arrivederci».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X