Latitante finisce in manette:
doveva scontare oltre 2 anni

BELFORTE - Un tunisino era ricercato da qualche tempo: sulle sue spalle c'erano condanne per spaccio, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale
- caricamento letture
Il capitano Cosimo Lamusta, comandante dei carabinieri di Tolentino

Il capitano Cosimo Lamusta, comandante dei carabinieri di Tolentino

di Marco Cencioni

Doveva scontare due anni e due mesi per spaccio e resistenza a pubblico ufficiale, tunisino arrestato dai carabinieri della Compagnia di Tolentino. E’ successo ieri pomeriggio poco dopo le 15, a Belforte del Chienti. L’uomo, H. F. di 31 anni, residente a Sant’Elpidio a Mare, si trovava assieme ad un connazionale coetaneo, N. S., poi denunciato per aver violato l’obbligo di dimora nel comune di Macerata da dove non poteva allontanarsi. Entrambi avevano precedenti per droga e furto. Una pattuglia dei carabinieri della stazione di Belforte, ha notato i due nei pressi della filiale della Banca della Marche del paese. I militari hanno subito riconosciuto N. S. e, insospettiti, hanno proceduto all’immediato controllo. I due erano sprovvisti di documenti. N. S. ha declinato le proprie generalità, mentre H. F. è scappato, inseguito dai militari che – dopo qualche minuto, con l’aiuto di un’altra pattuglia del Radiomobile – lo hanno rintracciato nonostante si fosse nascosto sotto una folta siepe. Dagli accertamenti successivi, è emerso che H. F. era ricercato dal mese di giugno. Su di lui pendeva il provvedimento di detenzione a seguito di condanna definitiva emessa dal Tribunale di Fermo per reati in materia di stupefacenti, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale. In tasca, inoltre, aveva un coltello a serramanico. H. F., quindi, è stato arrestato e condotto agli arresti domiciliari in un’abitazione di Serrapetrona. E’ stato denunciato anche per porto illegale di coltello e violazione dell’obbligo di dimora.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X