In manette dopo un furto in una villetta,
nel furgone c’era merce per 20mila euro

POLLENZA - Un tunisino di 35 anni è stato arrestato questa mattina dai carabinieri, potrebbe aver messo a segno decine di colpi all'interno dei garage: nel suo veicolo c'erano tv, frigoriferi, forni a microonde, tagliaerba e aspirapolvere
- caricamento letture

Carabinieridi Gianluca Ginella

Mette a segno un furto e finisce in manette: nel suo furgone trovato un deposito di merce che potrebbe essere stata rubata nel corso di decine di furti compiuti nei garage, per un valore di 20mila euro. L’arrestato è un tunisino di 35 anni.

Lo hanno fermato alle 8 di questa mattina i carabinieri del Nucleo operativo di Macerata, dopo che aveva messo a segno un furto ed era stato, invano, inseguito dal proprietario. L’uomo, un tunisino, M. R., 35 anni, è stato bloccato a Casette Verdini di Pollenza, dopo che aveva messo a segno un furto nel garage di una villetta a schiera da dove aveva portato via un martello pneumatico e un frullino (bottino sui 500 euro). A tradire il malvivente è stato l’eccessivo rumore che ha fatto mentre frugava nel garage dell’abitazione per trovare qualcosa di valore. I proprietari hanno chiamato i carabinieri che sono giunti sul posto, oltre ad una pattuglia del Norm anche una della stazione di Corridonia. Nel frattempo il proprietario si era già lanciato all’inseguimento del ladro, che però è riuscito a seminarlo. I carabinieri hanno iniziato a perlustrare la zona e hanno trovato il 35enne nascosto tra le piante di un campo. A quel punto lo hanno arrestato. Nel suo camion i carabinieri hanno trovato una miniera di oggetti ritenuti provento di furto e per un valore che si aggira sui 20mila euro. Si tratta di frigoriferi e lavatrici, di decine di attrezzi da lavoro professionali trapani frullini, cassette di attrezzi, impianti di amplificazione audio, alcuni tagliaerba ed aspirapolvere per auto, compressori, booster per ricaricare la batteria di veicoli, due biciclette professionali, attrezzi da palestra, decine di tv e poi forni a microonde, macchine per fare il gelato e la pasta. Insomma di tutto: merce che è possibile, secondo i carabinieri che il tunisino abbia portato via da alcuni garage. Sempre secondo gli inquirenti potrebbe trattarsi del bottino di decine e decine di furti. Domani mattina, al tribunale di Macerata, si svolgerà la convalida dell’arresto del tunisino.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X