Controllore aggredito da una passeggera,
Zizzi: “Arrestatela”

Il segretario dell'Ugl chiede provvedimenti dopo gli ultimi episodi di violenza
- caricamento letture
Il segretario Ugl Salvatore Zizzi

Il segretario Ugl Salvatore Zizzi

L’aggressione ad un controllore avvenuta nei giorni scorsi a Civitanova (leggi l’articolo) ha allarmato l’Ugl. Il sindacato aveva manifestato già in passato preoccupazione per gli episodi di violenza nei confronti di autisti e controllori e torna ad esprimere disagio.
«Negli ultimi mesi si è verificata un’escalation di aggressioni nei confronti dei controllori ma anche autisti –  scrive in una nota il segretario provinciale Ugl Salvatotre Zizzi – episodi violenti con danni fisici permanenti , l’ultimo quello del 7 giugno in cui un dipendente Contram è stato aggredito e ferito al collo e al viso, refertato con sette giorni di prognosi , dopo aver contestato ad una extracomunitaria la contraffazione del suo biglietto.  La donna è riuscita, in presenza dei vigili urbani, a riappropriarsi del titolo di viaggio strappandolo dalle mani del controllore e facendolo a pezzi in modo che non fosse possibile utilizzarlo come prova. Nonostante questo atteggiamento sommato all’aggressione fisica non è stato preso nessun provvedimento restrittivo nei confronti di chi non rispetta la figura del controllore che avendo potere sanzionatorio durante lo svolgimento delle mansioni proprie è a tutti gli effetti pubblico ufficiale. Solo una presa di posizione forte nei confronti di questi signori – prosegue Zizzi – cioè l’arresto, potrà frenare questa escalation di violenza che i dipendenti , nello svolgimento del proprio dovere stanno subendo,  se non vi saranno provvedimenti dovremo valutare una eventuale protesta da parte di coloro che svolgono questa mansione che sarà quella di astenersi dallo svolgere questo tipo di servizio. Sicuramente sarà una resa sia da parte delle istituzioni che da parte dell’azienda stessa che si vedrà diminuire le entrate in quanto non vi sarà chi effettuerà le dovute verifiche a bordo.
Ritengo assurdo- conclude Zizzi – che se un appartenente delle forze dell’ordine viene aggredito immediato scatta l’arresto se invece viene aggredito un controllore ( pubblico ufficiale ) non avviene la stessa misura , deve intervenire ogni volta  il procuratore  Giorgio?»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X