Tasi in arrivo, i sindacati bocciano la maggiorazione

Cgil Cisl e Uil lanciano un appello alle amministrazioni comunali coinvolte, chiedendo di esonerare dal pagamento della maggiorazione i cittadini che non riusciranno a saldare la rata d'acconto entro il prossimo 16 giugno
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Le palazzine già costruite

S’avvicina la scadenza per il pagamento della Tasi

Il prossimo 16 giugno scade il termine per il pagamento della rata d’acconto della Tasi, la nuova imposta comunale sui servizi indivisibili. Sono tenuti al pagamento dell’acconto tutti i cittadini residenti in quei Comuni che, su questa materia, hanno deliberato entro il 23 maggio scorso. I Comuni interessati nella provincia di Macerata sono quelli di Camerino, Civitanova, Corridonia, Esanatoglia, Petriolo, Pollenza, Tolentino e Treia.

Dal 17 giugno in poi, i cittadini che non lo hanno ancora fatto possono comunque pagare la rata d’acconto, inderogabilmente entro il 30 giugno, pagando però una maggiorazione dello 0,20% per ogni giornata di tardivo pagamento (cosiddetto ravvedimento).

In tempi strettissimi – e com’è facilmente intuibile sopportando forti disagi – i cittadini residenti in questi comuni dovranno quindi fare il calcolo ed effettuare il pagamento della TasiI. Molti di loro, per farlo, si rivolgeranno ai Caf, sui quali però grava anche l’imminente scadenza della dichiarazione dei redditi (23 giugno) e che pertanto rischiano di non riuscire a soddisfare tutte le richieste.

Per questo Cgil Cisl e Uil lanciano un appello alle amministrazioni comunali coinvolte, chiedendo di esonerare dal pagamento della maggiorazione i cittadini che non riusciranno a saldare la rata d’acconto della Tasi entro il 16 giugno, fermo restando l’obbligo di farlo entro il 30 giugno.

“Crediamo che, in un momento di crisi e di forte difficoltà come quello che stiamo vivendo, questa decisione rappresenterebbe un segnale forte di sostegno e vicinanza dei Sindaci ai propri cittadini”, sostengono in una nota congiunta i responsabili maceratesi dei tre sindacati.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X