“Scuderia Sarnano Corse”, due candeline
all’insegna della passione per i motori

AUTOMOBILISMO - Il presidente Medei racconta il primo biennio di attività: "Il gruppo è nato dal grande amore dei piloti per la velocità in montagna e porta il nome del paese perchè l'idea è nata qui"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Sarnano

di Marco Cencioni

“Metti in moto il cervello prima del motore e sfreccia in velocità alla guida della ragione”. E’ questo il motto della “Scuderia Sarnano Corse”, nata nel gennaio 2012 sotto le tre torri, che raccoglie tutti i piloti sarnanesi, e non solo, amanti della velocità in salita. Il fatto che alcuni driver del team provengano anche dal maceratese e dal fermano testimonia che l’organizzazione programmata dal presidente David Medei è davvero molto apprezzata. “La Scuderia Sarnano Corse è nata da una grande passione per i motori – racconta il presidenteAbbiamo voluto dare questo nome al gruppo non solo per l’amore che ci lega al nostro paese ma anche per promuovere, in tutti i posti dove andiamo a gareggiare, la grande corsa che si organizza a Sarnano. Ovviamente, il merito dei tanti risultati di prestigio ottenuti è di tutti quelli che hanno creduto a questa iniziativa. Non solo dei membri del direttivo, quasi tutti piloti me compreso, ma anche di quei driver che hanno sposato il progetto, diventandone parte attiva e fondamentale sotto tutti i punti di vista”.

Sarnano 2

Il presidente si riferisce al suo vice Samuele Meloni, alla segretaria Ilaria Medei, ai consiglieri Marco Gentili e Pierluigi Vergari ma anche ai piloti Piergiuseppe Monaldi, Claudio Cerchiè, Gabriele Caroni, Federico Marconi e Massimiliano Vitali, i primi a difendere i colori della scuderia sarnanese. A questi si sono poi aggiunti Mario Ruffini, Emanuele Miliucci, Giuseppe Tranelli, Massimo Silenzi, Sandro Tidei, Carmine Ceccotelli, Alberto Scagnetti, Roberto Funari e Stefano Battaglioni. Le prime due stagioni sono state ricche di risultati. Nel 2012 Claudio Cerchiè si è classificato al primo posto assoluto del Trofeo Italiano Velocità Montagna (TIVM) divisione nord per il gruppo Racing Start RS3, mentre Piergiuseppe Monaldi è giunto al terzo posto. Primo classificato Massimiliano Vitali nella categoria RS1 e secondo David Medei nella categoria RS4.

Sarnano 1

Nel 2013 Vitali si è riconfermato primo nella categoria RS1 del TIVM, stavolta però nella divisione centro. Piergiuseppe Monaldi ha concluso la stagione al secondo posto nella categoria RS3, dove la terza piazza complessiva è stata conquistata da Emanuele Miliucci. Samuele Meloni, invece, è giunto primo nella categoria RS4. Quest’anno, a giudicare dai primi verdetti, tutto è iniziato nel migliore dei modi. Proprio lo scorso weekend infatti, nella gara di casa, i piloti hanno raggiunto ottimi risultati. Primo posto nella categoria E2B 1300, alla prima esperienza con un prototipo Radical Prosport, per Marco Gentili. Piergiuseppe Monaldi (Citroen Saxo) e Gabriele Caroni (Peugeot 106) si sono classificati rispettivamente secondo e terzo nella RS 3, mentre un altro posto sul podio è stato raggiunto da Massimo Silenzi (Peugeot 206, terzo nella RS 4 categoria 2000) e Sandro Tidei (Peugeot 205, terzo nella categoria E3-A 2000). “Prossimamente – sottolinea il presidente Medei – saremo impegnati ancora in casa, dove parteciperemo alla gara delle vetture moderne, che saranno al seguito di quelle storiche per il campionato italiano velocità montagna auto storiche. Il calendario previsto per quest’anno ci vedrà in gara, per quanto riguarda le cronoscalate, ad Ascoli, Popoli, Gubbio per concludere la stagione a Rieti. Poi saremo comunque impegnati nelle regionali di slalom ad Osimo, Ascoli e Castelplanio e nella specialità Challange ad Osimo e Val Vibrata. Spero che i ragazzi proseguano il percorso di costante miglioramento intrapreso e che ci regalino ancora molte soddisfazioni”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X