250 mila euro per l’impianto di atletica allo stadio “Della Vittoria”

TOLENTINO - Al via lunedì i lavori per la sistemazione della pista, delle pedane di salti e lanci e di tutte le attività connesse
- caricamento letture
Il Della Vittoria di Tolentino

Il Della Vittoria di Tolentino

di Marco Cencioni

Tutto pronto a Tolentino per l’inizio della ristrutturazione dell’impianto di atletica leggera allo stadio “Della Vittoria”. I lavori inizieranno lunedì, saranno finalizzati alla sistemazione funzionale della pista di atletica, delle pedane di salti e lanci e di tutte le attività ad esse connesse e la spesa sarà intorno ai 250 mila euro.

Le opere in progetto – coordinato da Barbara Capecchi con il gruppo di progettazione formato da Alessandro Picchio, Simone Selvadagi e Simona Porfidi – si configurano come ristrutturazione e ricostruzione a nuovo di superfici sintetiche. Mettere in sicurezza la pista di atletica, fonte di pericolo non solo per chi pratica attività agonistica ma anche per chi usa l’impianto per attività sportive amatoriali e rendere nuovamente omologato l’impianto nel suo complesso, mirando l’intervento alle nuove prescrizioni tecniche fornite dalla F.I.D.A.L: questo l’intento dell’amministrazione comunale. La proposta progettuale mira a completare gli interventi parziali già effettuati nel 2005 e ad aggiornare gli standard funzionali odierni. La pista di atletica sarà interessata da un completo rifacimento della pavimentazione attuale. Il manto esistente sarà asportato e smaltito in discarica, le parti di sottofondo in conglomerato bituminoso dissestato dalle radici saranno demolite. Verrà revisionata la massicciata sottostante e verrà bonificata la parte di pista infestata da radici. Inoltre, verrà realizzato un nuovo sottofondo in conglomerato bituminoso tipo “binder chiuso”, atto a garantire la perfetta complanarità della pista e le giuste pendenze (come indicato nella Circolare Tecnica 2013 della F.I.D.A.L.) e verrà applicata una nuova pavimentazione sportiva drenante realizzata “in opera” consistente in un conglomerato di granuli di gomma e resine atto a garantire tutte le caratteristiche che consentiranno l’omologazione dell’impianto alle regole tecniche della Federazione. Le pedane di salto in alto, lungo ed asta saranno rifatte, utilizzando la tecnologia del “Retopping” (tecnica che consiste nell’esecuzione di un manto sintetico colato direttamente sopra al manto esistente senza l’onere della rimozione di quest’ultimo) e il tutto sarà concluso dalla posa in opera di cordolo in alluminio sul lato interno della pista, segnature delle corsie e delle pedane, apposizione di targhette segnaletiche in alluminio, adeguamento della fossa delle siepi alle nuove normative F.I.D.A.L. e quanto altro necessario per l’ottenimento della omologazione, compreso l’abbattimento di un’alberatura presente a bordo pista. Attualmente l’impianto è dotato di attrezzi ed attrezzature a norma soprattutto per quanto riguarda la sezione corse mentre relativamente alla sezione lanci e salti, le attrezzature risultano carenti soprattutto per quanto riguarda le zone di caduta per i salti (in alto e con l’asta). Tenuto conto che l’impianto sarà utilizzato da una società di atletica affiliata a un sodalizio maceratese, l’amministrazione comunale stipulerà un atto di convenzione in cui, in corrispondenza di manifestazioni sportive, le attrezzature mancanti verranno integrate, con l’impegno in un prossimo futuro di reperire fondi al fine da provvedere all’acquisto dell’attrezzatura mancante. Ogni lavorazione che sarà effettuata dovrà uniformarsi a quanto prescritto dalle regole tecniche emanate dalla federazione di atletica leggera.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X