Civitanovese, Di Stefano
annuncia la cessione:
“Ci siamo, entro il 15 chiudiamo”

SERIE D - Il dg rossoblu Giorgio Bresciani dovrebbe rilevare la società. L'attuale presidente: "A meno di clamorosi scossoni o di una proposta inaccettabile questo matrimonio si farà per un semplice motivo: il suo intento è quello di restare, il mio di andare via"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Il presidente della Civitanovese Attilio Di Stefano

Il presidente della Civitanovese Attilio Di Stefano

di Maikol Di Stefano

La Civitanovese doveva vivere oggi un momento chiave. Ovvero la presentazione formale dell’offerta del gruppo rappresentato dell’attuale direttore generale Bresciani nei confronti del patron Attilio Di Stefano per l’acquisizione della società.

Patron Di Stefano, le è stata presentata dal dg Bresciani l’offerta per l’acquisto della società?

“Per essere onesti io e Bresciani ci siamo incontrati una settimana fa, è stato un incontro preliminare per chiarire proprio quanta distanza c’era allora fra la mia domanda e la loro offerta, io non ho mai nascosto il mio intento, anzi lo avevo manifestato subito dopo la salvezza raggiunta con la Vis Pesaro, ovvero quello di cedere la società. Formalmente l’offerta mi sarà presentata domani, in quanto oggi sono a Roma per altri impegni, però vi posso dire che a meno di clamorosi scossoni o di una proposta diciamo inaccettabile questo matrimonio si farà per un semplice motivo: l’intento di Bresciani è restare, il mio è andare via. Non voglio nascondervi però che esiste un piano “B” nel caso con Giorgio non riuscissimo a trovare l’accordo, c’è una seconda offerta ricevuta da una cordata locale, con all’interno imprenditori di Civitanova che stanno anch’essi ora leggendo i vari documenti.”

Oramai che è pronto a lasciare come giudica la sua esperienza a Civitanova?

“L’esperienza è stata positiva anche se non posso nascondere che fra pregiudizi iniziali, quelli per il quale un imprenditore abruzzese veniva ad investire nel calcio marchigiano non hanno favorito l’approccio con una piazza come quella di Civitanova. Per strada c’è stato il famoso ribaltone del 15 dicembre, cambiamenti societari, lo staff tecnico rinnovato e però lì siamo riusciti ad abbassare il monte ingaggi. In quel momento c’è stata una “guerra” e alcune barriere sono divenute sempre più forti, ma alla fine sono i risultati che contano: la squadra si è salvata e la stagione è stata alla fine in linea con le aspettative iniziali. Oggi non posso più dedicarmi alla Civitanovese, ho altri impegni lavorativi e anche a livello mentale non riesco a gestire una pressione così grande, ma nel complesso quest’esperienza è stata positiva e anche formativa per la mia persona.”

Il presidente della Civitanovese Attilio di Stefano e il dg Giorgio Bresciani

Il presidente della Civitanovese Attilio di Stefano e il dg Giorgio Bresciani

La salvezza è stata raggiunta con Gabbanini in panchina, se fosse ancora lei a decidere da chi ripartirebbe il prossimo anno?

“Gabbanini ha fatto bene, perché veniva dopo Jaconi, uno che ha fatto campionati professionisti e che a Civitanova è sempre stato idolatrato, ma nonostante ciò mister Gabbanini è stato bravo, è uno giovane e preparato capace con la sua umiltà di tenere in mano uno spogliatoio che al suo arrivo era spaccato, frazionato in due – tre gruppi. Non dimentichiamoci  che ha passato una stagione senza Morbiducci, Forgione, Coccia e gli altri per infortunio e in momenti chiave gli si sono aggiunti anche gli squalificati. Chi verrà dopo dovrà valutare cosa vorrà fare se allestire una squadra per vincere il campionato, lottare per la promozione o avere la salvezza come obiettivo”.

Per chiudere quindi il passaggio entro quanto potrebbe avvenire?

“Entro il quindici di giugno il tutto dovrà concludersi, anche perché chi entrerà poi dovrà aver tempo di lavorare, allestire la rosa e programmare una stagione per la quale non ci dobbiamo dimenticare che le iscrizioni scadono l’11-12 luglio e quindi bisogna velocizzare il passaggio perché poi fra fideiussioni e sistemi burocratici servirà del tempo”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X