Il regolamento per Tari e Tasi approda in Consiglio

Civitanova
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

consiglio comunale civitanova

di Laura Boccanera

Diciotto mozioni, tari e tasi, cittadinanza onoraria a Tara Ghandi e Mario Pianesi. Di questo e altro si parlerà questa sera nel consiglio comunale con seconda convocazione mercoledì. Nutrito l’ordine del giorno che discuterà anche di un’ interrogazione presentata dai consiglieri Iezzi Lidia, Postacchini Gustavo, Rosati Yuri avente ad oggetto la regolamentazione degli accessi agli atti da parte dei consiglieri comunali e una mozione urgente presentata dal consigliere Mirella Franco per gli atti di indirizzo politico-economici per il mantenimento della sede della Compagnia e della Stazione dei Carabinieri di Civitanova Alta oggetto anche ieri dei discorsi ufficiali nella cerimonia in memoria di Sergio Piermanni. Tra i vari punti anche un’interrogazione sull’ incarico di consulenza per la progettualità dell’area Ceccotti, la situazione gestionale ATAC sul trasporto pubblico e la mozione dei grillini per la mappatura dei capelli per evidenziare fenomeni di criticità ambientale (leggi l’articolo). Ma sarà soprattutto il regolamento sulla Tari e sulla Tasi a tenere banco: le nuove imposte previste dallo Stato e sulle quali ancora poco si sa. Nella delibera di giunta che andrà in consiglio si fissano per ora le scadenze di pagamento: la prima rata della Tasi porta la data del 16 giugno (la seconda è prevista il 16 dicembre) e racchiude in sé i servizi indivisibili e il pagamento dell’aliquota per i possessore della prima casa fissata al 2.5 per mille. Ma lo Stato non ha ancora fissato il regolamento della Tasi e così per ora l’amministrazione  ha deciso di prevedere un acconto per le categorie che sicuramente pagheranno la Tasi come le prime abitazioni e gli edifici rurali strumentali anziché pagare tutto in un’unica soluzione a dicembre. Poco cambia invece per la Tari, nuova dicitura per la tassa sui rifiuti che sostituisce la Tares e le cui tariffe saranno stabilite con l’approvazione del bilancio. Stasera al voto lo scaglionamento della rateizzazione con 4 scadenze al 17 luglio, 15 settembre, 15 ottobre e 15 novembre. Scompare il contributo statale dei 30 centesimi a mq ora riversati nella Tasi. Dai calcoli dell’assessorato al bilancio, la somma di Tasi, Imu e Tari 2014 non supererà l’entrata impositiva del 2013 da Tares e Imu.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X