Sequestro in riva al mare,
lo stabilimento balneare era abusivo

POTENZA PICENA - Nessun permesso per l'area demaniale di 3mila metri quadrati, su cui era stato realizzato un ristorante, cabine, spogliatoi
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

stabilimentoChalet sequestrato a Porto Potenza dalle Fiamme gialle di Ancona. Il titolare non aveva nessuna concessione demaniale. Nonostante questo, secondo gli accertamenti della Finanza, lo stabilimento occupava circa 3mila metri quadrati di area demaniale. Sempre secondo gli accertamenti, il titolare di una società di ristorazione e servizi per la balneazione, cessata da circa 20 anni, è risultato essere ancora titolare di una concessione demaniale, nonostante non ne avesse più titolo, alla quale aveva ammesso illecitamente, producendo false attestazioni, un’altra società. Ma non ci sarebbe stata alcuna autorizzazione dal parte del Comune. Cabine, spogliatoi, un ristorante, gazebo, piattaforme prendisole erano state realizzate sulla superficie demaniale. Tutto illecito, secondo la finanza, tutto sequestrato. Lo stabilimento ha un valore di circa un milione di euro. Due le persone denunciate, anche per i reati di danneggiamento e danno erariale. Le fiamme gialle hanno accertato contestualmente l’evasione di tributi locali per circa 30mila euro. “Il sequestro scaturisce da una attività di indagine preliminare che deve essere tuttora suffragata dalle prove necessarie e non ancora sottoposta ad un approfondito vaglio di merito – dicono gli avvocati Valeria Attili e Alessandra Perticarà, che assistono la società che gestisce attualmente l’attività posta sotto sequestro –. L’attuale gestione dello stabilimento ha operato in virtù delle autorizzazioni rilasciate dalle autorità amministrative e non è priva di titolo giuridico. Sono state presentate memorie difensive al vaglio degli inquirenti al fine di chiarire la questione. Il pm, nelle more, anche al fine di evitare il gravissimo danno economico che le lungaggini processuali degli accertamenti richiederebbero, ha concesso l’utilizzo temporaneo del locale alla società che gestisce l’attività commerciale”.

Redazione CM



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X