Tre auto incendiate
davanti a una concessionaria

CIVITANOVA - All'alba ignoti hanno dato fuoco alle Bmw parcheggiate nel piazzale della Cascioli. Lo scorso aprile in fiamme davanti al Donoma una Mini di proprietà dello stesso rivenditore. Il responsabile marketing: "Non ci lasciamo intimidire"
- caricamento letture

incendio cascioliIncendio doloso all’alba di oggi: ignoti hanno dato fuoco a tre vetture Bmw parcheggiate nel piazzale della concessionaria Cascioli di via Aspromonte. Un incendio doloso che allarma la comunitá. É il secondo atto intimidatorio ai danni della Cascioli. Lo scorso 15 aprile un’altra vettura della stessa ditta è andata in fiamme di fronte al Donoma (leggi l’articolo). Saranno peró le indagini a chiarire se i due episodi sono collegati. L’allarme è scattato attorno alle 5: i tre Bmw usati un X6, un X5 e una 535 sono stati dati alle fiamme utilizzando un liquido infiammabile che ha bruciato completamente la parte anteriore dei mezzi. Sul posto sono sopraggiunti vigili del fuoco e Polizia per le indagini. Sconcerto nella proprietá: “Apprendiamo con disappunto e stupore quanto successo – ha detto Enzo Gramenzi direttore marketing della concessionaria – l’origine è dolosa e non ne conosciamo le cause. Abbiamo giá fornito alle forze dell’ordine le riprese delle telecamere di videosorveglianza e collaboriamo attivamente per individuare i responsabili. Sono 50 anni che lavoriamo con dedizione e non si erano mai verificati episodi simili, siamo da un anno a Civitanova e questo episodio non ci intimorisce”. La Procura ha aperto un’indagine per andare a fondo sulla vicenda e la Polizia scientifica ha effettuato tutti i rilievi del caso. Le vetture, che appartenevano a dei privati in contovendita, sono state sequestrate. La Polizia ha trovato all’interno del piazzale anche un contenitore di latta che verosimilmente conteneva il liquido infiammabile. 

(l.b.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X