Telelaser in contrada Valle, Blunno:
“E’ una delle strade più pericolose”

MACERATA - L'assessore risponde agli interrogativi del nostro lettore Andrea Cocci e spiega l'azione dello strumento di controllo di velocità e l'operato della polizia municipale: "Il nostro obiettivo è migliorare lo standard di sicurezza"
- caricamento letture
L'Assessore al Bilancio Marco Blunno.

L’Assessore al Bilancio Marco Blunno.

L’utilizzo del telelaser, sin dalla sua introduzione da parte del comune di Macerata, ha creato non poco malumore tra gli automobilisti. Ultimo, ma solo in ordine cronologico, il nostro lettore Andrea Cocci che aveva posto sulle pagine di Cronache maceratesi diversi interrogativi sulla questione del telelaser presente in contrada Valle a Macerata all’assessore Marco Blunno (leggi l’articolo).  L’assessore spiega di aver risposto in ritardo perchè fuori per un viaggio.  
Gentile signor Cocci – scrive al lettore – le sue osservazioni critiche rispetto alle problematiche della sicurezza stradale e, in particolare, all’uso del cosiddetto telelaser meritano un doveroso approfondimento.
Meriterebbero di essere rispediti al mittente, invece, alcuni commenti gravemente offensivi postati in calce alla sua lettera. Lo dico per difendere non certo il mio, ma il difficile operato cui è chiamata la polizia municipale; prendendo a prestito le sue parole, quei commenti mi sembrano l’unica cosa davvero per nulla “utile e onesta” di questa vicenda.
La delibera di Giunta Comunale n. 3 del 15 gennaio 2014 “Atto di indirizzo in materia di sicurezza stradale” prevede una serie di interventi finalizzati, per quanto possibile, alla riduzione dell’incidentalità, alla protezione dei pedoni, alla più sicura circolazione nelle strade cittadine: monitoraggio periodico dei dati di sinistrosità, intensificazione dei controlli (anche, e non solo, attraverso il telelaser), verifica e miglioramento dello stato della segnaletica orizzontale e verticale e degli impianti semaforici, manutenzione e rivisitazione degli attraversamenti pedonali, stretta collaborazione fra Polizia Municipale e Servizi Tecnici nell’analisi e soluzione di problematiche di sicurezza stradale.

Il telelaser fotografato in contrada Valle

Il telelaser fotografato in contrada Valle

Il Comune, inoltre, ha aderito al Terzo programma di attuazione del piano nazionale della sicurezza stradale, concorrendo con due progetti (DGC nn. 338 e 339 del 9 ottobre 2013) a un bando di finanziamento della Regione Marche: abbiamo buone probabilità di essere, a breve, destinatari di risorse per 300 mila euro tutti destinati ad interventi strutturali di sicurezza nella circolazione.
La polizia municipale sta proseguendo poi l’attività di verifica del rispetto dell’obbligo di assicurazione dei veicoli: 90 gli accertamenti nel 2013, 24 quelli nei primi mesi del 2014 con sequestro del veicolo e 2 casi di falsificazione del tagliando denunciati all’Autorità Giudiziaria. Sono già iniziati i lavori dei nuovi attraversamenti pedonali in via dei Velini, approvati con DGM n. 102 del20 marzo 2014 con riduzione dell’ampiezza della carreggiata e realizzazione di isole salvagente.
Quanto al telelaser, negli ultimi mesi diverse strade della città sono state interessate da operazioni di verifica della velocità: in media 5 turni di controllo a settimana con 51 violazioni accertate al 31 marzo 2014 e 2 casi di ritiro della patente di guida per velocità superiore di 40 Km orari rispetto a quella consentita. Il telelaser, opportunamente segnalato, viene utilizzato lungo le strade caratterizzate da maggiore pericolosità (secondo i dati di sinistrosità in nostro possesso), meritevoli di più incisivi controlli (sulla base dei rilevamenti effettuati dalle pattuglie) o indicate da cittadini, residenti, automobilisti che frequentemente segnalano al Comune la necessità di interventi. Ad oggi non sono stati notificati ricorsi contro le multe elevate. Anche contrada Valle è rientrata nell’ambito di specifica attività di controllo della polizia municipale: è una strada obiettivamente pericolosa ed è stata segnalata, insieme ad altre solo apparentemente secondarie, come meritevole di particolare attenzione, specie da quando vi è di molto aumentato il transito di veicoli da parte di automobilisti che la usano come alternativa alla usuale viabilità a causa dei lavori oggi in corso in Via S. Francesco.
Sono perfettamente consapevole che è arduo superare la facile obiezione secondo cui il Comune “vuole solo fare cassa”; cionondimeno, il quadro complessivo di interventi messi in campo testimonia (pur con i limiti che incontriamo e gli errori che possiamo commettere) che il nostro obiettivo è solo quello di migliorare gli standard di sicurezza”.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X