Il Matelica gioca a poker,
schiaccia il Sulmona
e vola in finale play off

SERIE D - Al Comunale va in scena il Cognigni day con l'attaccante che mette a segno una tripletta e Cacciatore che col 21esimo gol si conferma re dei marcatori del campionato. Finisce 4 a 0
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Esultanza terzo goldi Sara Santacchi

Non c’è scampo per il Sulmona che il Matelica mangia in un sol boccone al “Comunale” travolgendolo con un netto 4-0 che poteva anche essere più straripante considerati il palo e la traversa colpiti proprio dai padroni di casa. Non c’è storia nell’ultima di campionato e il Matelica, in 10 per oltre un tempo, si va a prendere ciò che gli spettava di diritto, il secondo posto, supportata dal primo all’ultimo minuto dai tifosi.

La cronaca: Pronti via, passano meno di 30’’ e Cognigni è già sotto gli spalti a esultare con i compagni per la rete dell’1-0. Strada subito in salita, dunque, per il Sulmona costretto fin da subito a inseguire. La speranza dura altri dieci minuti perché al 12’ ancora Cognigni lanciato in avanti si libera agilmente di Meo, in area, per andare a infilare il raddoppio. Che non ci sia storia è un dato di fatto, ma il Matelica non vuole farne dubitare e al 17’ Cacciatore su calcio di punzione dal limite dell’area colpisce clamorosamente il palo. Rete solo rimandata perché al 20’ è lo stesso Cognigni a togliersi la soddisfazione della prima tripletta della stagione: riceve un cross da Lazzoni dalla distanza, in area salta Di Francia e infila il 3-0. Ci prova anche Lazzoni dalla distanza al 31’ ma la sua conclusione è alta.

TifosiIl Sulmona è praticamente ingabbiato nella propria metà campo senza riuscire a cambiare le sorti della partita. L’unico neo al 42’ quando Scartozzi è espulso per somma di ammonizioni, a causa di un fallo di mano. Nonostante siano costretti a giocare in inferiorità numerica per oltre un tempo, i biancorossi gestiscono al meglio la gara dal punto di vista tecnico e tattico. Così al 48’ è il re dei marcatori, Cacciatore a rispondere all’assist perfetto di Cognigni mettendo a segno il 4-0 e il gol numero 21. Il resto è praticamente solo Matelica con il Sulmona che, nonostante i cambi, non riesce neanche a ipotizzare l’idea di impegnare la retroguardia di casa e Spitoni che esce dal campo con i guanti praticamente puliti, garantendo la solita tranquillità lì dietro. C’è ancora tempo anche per una traversa: quella di Cognigni che non pago della tripletta al 49’ si presenta ancora dalle parti di un Meo sfinito. Finisce così, con il Matelica che festeggia un grandissimo campionato terminato alle spalle dell’Ancona e con la sicurezza della finale play off in tasca. Per continuare a sognare c’è ancora tempo, ma intanto la realtà è quasi meglio.

MATELICA: Spitoni 6, Colantoni 6.5 (67’Tonelli 7), Corazzi 7, Scartozzi 7, D’Addazio 7, Gilardi 7, Martini 7, Lazzoni 7 (73’Lanzi 7), Cognigni 8 (76’Api 6), Cacciatore 7.5, Scotini 7. All: Carucci

SULMONA: Meo 5, Cavasinni 5, Fraghì 5, Pezzullo 5, Di Francia 5 (46’Amedoro 5), Suleman 5, Bernardo 5 (46’Magaddino 5), Sorrentino 5, Taliano 5, Simeoli 5 (46’Mallardo 5), Piccirilli 5. All: Luiso

Arbitro: Sassoli di Arezzo

Marcatori: 30’’, 12’ e 20’ Cognigni; 48’ Cacciatore.

Note: Spettatori circa 700. Ammoniri: Scartozzi e Piccirilli. Espulsi: Scartozzi per somma di ammonizioni. Angoli: 3-5. Recupero: 2’+5’.

Gol Cognigni

Quarto gol

Esultanza quarto gol

Esultanza 1-0 (6)

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X