Bilancio Farmacie comunali:
utile di 22mila euro

CIVITANOVA - Il Presidente Carlo Centioni: "Abbiamo risanato il bilancio, ora non c'è più alcun virus"
- caricamento letture
Carlo Centioni

Carlo Centioni

di Laura Boccanera

Chiude con un utile di 22 mila euro il bilancio delle farmacie comunali di Civitanova. Un consuntivo 2013 in attivo, pari a circa 4mila euro a farmacia su un fatturato di molto maggiore che ammonta a 8.160.411 euro. Ma sia il sindaco Tommaso Corvatta che il presidente delle farmacie Carlo Centioni sono assai soddisfatti del rendiconto finanziario dell’azienda. In questo bilancio infatti sono state eliminati i debiti che l’ente aveva nei confronti di alcuni fornitori ad esempio e il maggiore fatturato ma minore utile è frutto di una politica sociale di forti sconti soprattutto verso alcune patologie. “E’ passato un anno dalla gestione Centioni – ha detto il sindaco – e il risultato è straordinario. Al netto, pagate le imposte rimangono 22mila euro di utile, una cifra inferiore a quella dello scorso anno di 48mila euro sulla quale però bisogna fare numerose considerazioni. Lo scorso anno infatti il bilancio 2012 aveva beneficiato di un bonus fiscale pari a 50mila euro senza il quale il bilancio sarebbe stato in perdita e mancavano alcuni pagamenti pari a circa 60mila euro. Se avessimo mantenuto gli stessi criterio oggi il bilancio 2013 avrebbe un utile di 142mila euro. Ma insieme con i revisori dei conti si è ritenuto di risanare le situazioni pregresse”. “Siamo molto soddisfatti – ha aggiunto Centioni – complessivamente si può parlare di un volume di 200mila euro redistribuito sul territorio grazie ad una forte politica di sconti che ha permesso alle famiglie di risparmiare anche fino a 80 euro al mese. Non c’è più alcun virus in questo bilancio. L’utile lordo ammonta a 105.407 euro e se confrontiamo i dati parziali vediamo come mentre nel primo trimestre del 2013 rispetto al 2012 si era sotto di circa 50mila euro di incassi, il primo trimestre del 2014 fa registrare +1,39% rispetto al 2013 pari a 30mila euro in più”. Il fatturato è passato da 7.918.824 euro a 8.160.411 euro “ma di alcuni punti siamo orgogliosi – continua Centioni – anzitutto la nuova farmacia che aprirà a fine maggio nella zona commerciale, la farmacia veterinaria che praticamente a costo zero ha prodotto un +15% di vendite e abbiamo potenziato la farmacia dei servizi implementando oltre all’infermiere anche un servizio di psicologia e un nutrizionista. Vero fiore all’occhiello sarà poi l’apertura di “Farmacia33” la prima farmacia di vendita online per le comunali”. Soddisfazione sì ma rimane comunque aperto il dibattito sulla possibile vendita delle farmacie comunali dopo che l’argomento aveva tenuto banco per mesi. Il sindaco al momento non si sbilancia e dice che l’argomento non è all’ordine del giorno: “ci stiamo ancora pensando”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X