Doppia sfida sull’asse Camerino-Treia

CALCIO - Sia nei play out di Promozione che nei play off di Terza categoria si affronteranno le rispettive squadre dei due paesi
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Pietro Tapanelli capitano Nova Camers

Pietro Tapanelli capitano della Nova Camers

di Sara Santacchi

Sarà un doppio fine settimana calcistico tutto da decidere sull’asse Camerino-Treia. Ironia della sorte, infatti, le due squadre delle rispettive città s’incontreranno ognuna per giocarsi l’obiettivo di una stagione. Se da una parte domenica 11 maggio il Camerino, in Promozione girone B, sarà impegnato in casa dell’Aurora Treia nella sfida play out, gara secca da dentro fuori che mette in palio la permanenza nella categoria, dall’altra sabato (domani) alle 16.30 la Nova Camers giocherà, sempre a Treia, contro la seconda classificata del girone F di Terza categoria per decidere chi proseguirà il lungo viaggio dei play off. Una sfida questa del tutto inedita a questa fase dal momento che la Treiese è al suo primo anno di storia e la Nova Camers, nata cinque anni fa, per la prima volta si affaccia agli spareggi per il salto di categoria. Enorme è la soddisfazione della squadra di Camerino super carica per quest’impegno e che non ha rinunciato neanche il Primo maggio a trascorrere una giornata insieme. A parlare della forza di questo gruppo il capitano Pietro Tapanelli. “L’entusiasmo è alle stelle anche perché abbiamo fatto un grandissimo girone di ritorno – spiega Tapanelli, avvocato tra i fondatori della società – che ci ha permesso di salire fino al terzo posto condiviso con Visso. Considerando anche il fine per cui è stata fondata questa squadra: essere aperti a tutti e dare un punto di riferimento alternativo a quello dell’ASD Camerino Calcio. Categorie differenti, ma stesso spirito di sacrificio e identica passione che vuole portare avanti sempre il nome di Camerino”.

Il caso vuole che voi giocherete contro la Treiese per i play off e Camerino con l’Aurora Treia per i play out…

“Ancora una volta abbiamo questo singolare duetto a distanza. Speriamo ovviamente che Camerino abbia la meglio, senza differenze di sorta tra grandi e piccoli perché il bene della Città passa anche da queste piccole sinergie sportive”.

Qual è il punto di forza della squadra?

“E’ stato il mio infortunio, da quando mi sono fatto male le abbiamo vinte tutte – risponde sorridendo – Scherzi a parte, è quello che succede fuori dal campo, quando ci troviamo tutti insieme a condividere vittorie e sconfitte senza alcun tipo di rancore sportivo. Siamo un gruppo che si è amalgamato molto bene e lo dimostra anche il giro che ha fatto la fascia di capitano: nel girone di andata ci siamo alternati io e Stefano Zucchini, mentre nel girone di ritorno è stato il turno di Andrea Marconi e Massimo Canullo. 4 veterani e 4 capitani riconosciuti e rispettati da tutto il gruppo”.

Credete di potercela fare contro la Treiese?

“E’ obbligatorio crederci, anche se la Treiese è una squadra molto forte ed è partita subito per fare il salto di categoria, non riuscendoci per un soffio perché Pioraco ha fatto qualcosa in più. Il capocannoniere Francucci ci darà filo da torcere, ma l’impegno da parte nostra sarà sicuramente massimo. Speriamo, inoltre, che il pubblico camerte sia numeroso, anche perché abbiamo messo a disposizione un pullman gratuito”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



Donazioni
Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X