Corridonia, la stagione in 90′
Procaccini: “Mi auguro che tutti
rispettino il proprio impegno”

ECCELLENZA - Il presidente dei rossoverdi spera nella sportività delle altre formazioni (riferimento chiaro per la Folgore) per centrare la salvezza
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Il presidente del Corridonia Sandro Procaccini

Il presidente del Corridonia Sandro Procaccini

di Marco Cencioni

Ci giochiamo tutto nella prossima partita, daremo il massimo per ottenere bottino pieno e sperare: mi auguro che tutte le squadre rispettino seriamente il proprio impegno nell’ultima giornata”. Sprona i suoi giocatori e stimola le avversarie a dare il massimo il presidente del Corridonia, Sandro Procaccini. Il numero uno del sodalizio rossoverde crede nella buona fede delle compagini che saranno impegnate nell’ultima fatica stagionale ”E’ stato un campionato avvincente, le formazioni si sono affrontate sempre con determinazione e voglia di vincere”, ma pretende che questo aspetto rimanga tale sino alla fine “La correttezza e il massimo impegno in ogni sfida sono alla base delle competizioni sportive, nelle ultime gare può succedere che questo non accada, ma sarebbe ingiusto nei confronti di chi è ancora in lotta per raggiungere un obiettivo”. L’obiettivo di cui parla Procaccini è la salvezza diretta, distante solo due punti. Non dipenderà, però, solo dall’esito della difficile sfida casalinga contro il Pagliare (che tra l’altro con una vittoria scavalcherebbe gli uomini di Da Col in classifica, garantendosi un piazzamento migliore ai playout). Sensi e compagni devono vincere il loro incontro e sperare che la Vigor Senigallia, impegnata al “Bianchelli”, non faccia lo stesso contro la Folgore Falerone Montegranaro. In caso di sconfitta o pareggio dei ragazzi di Alessandrini e contemporaneo successo del Corridonia al “Martini”, i rossoverdi sarebbero salvi (a pari punti con i rossoblu sarebbero premiati dagli scontri diretti). “Noi ci crediamo fortemente, non potrebbe essere altrimenti – sottolinea il presidente del Corridonia – è ovvio che però non dipende solo da noi e dal nostro risultato. Non ci rimane che pensare solo a noi stessi, vogliosi di vincere quest’ultima sfida per poi vedere cosa è accaduto a Senigallia, sperando in un risultato che ci permetta di festeggiare la salvezza già domenica sera. Se non andrà così ci prepareremo per i playout, abbiamo dimostrato durante il campionato di essere in grado di giocarcela con tutti: teniamo tantissimo a rimanere in questa categoria e daremo il massimo per centrare questo obiettivo”. Procaccini, in conclusione, ritorna a parlare del match di domenica scorsa e della goleada rimediata al “Riviera delle Palme” contro la Samb. “Siamo scesi in campo troppo tesi, forse giocare in un ambiente come quello ci ha limitato. Va anche detto che la squadra avversaria è illegale per questa categoria e che ci hanno affrontato con una determinazione, una grinta e una voglia di vincere tale da lasciarmi a bocca aperta. Faccio i miei complimenti ai giocatori, all’allenatore Mosconi e alla società. Tanto di cappello a chi gioca sempre al massimo, noi non abbiamo potuto far altro che incassare e sperare che la partita finisse il prima possibile. Ora siamo concentrati sul prossimo incontro, ci stiamo preparando bene: spero che riusciremo ad ottenere il successo per poi sperare di aver raggiunto la salvezza”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X