“Mio figlio è nato in Ostetricia
grazie a medici ed infermieri speciali”

MACERATA - L'avvocato Fabrizio Giustozzi racconta la sua esperienza e il parto di sua moglie: "La struttura è inadeguata ad un ospedale provinciale ma del personale i maceratesi dovrebbero essere orgogliosi"
- caricamento letture
L'avvocato Fabrizio Giustozzi

L’avvocato Fabrizio Giustozzi

Future mamme sono rimaste in attesa per ore, ieri, nel reparto di ostetricia dell’ospedale di Macerata (leggi l’articolo). Il motivo? Ieri era un giorno festivo e il personale del reparto è ridotto all’osso per cui l’unico dottore e le poche infermiere in servizio devono fare l’impossibile per gestire situazioni ordinarie e straordinarie. La professionalità di medici e personale, che sono i primi, insieme ai pazienti, a fare le spese dei tagli lineari disposti dalla direzione, vengono confermati dall’avvocato Fabrizio Giustozzi che vuole raccontare la sua esperienza nel reparto di Ostetricia. 
«Per la mia piccola esperienza di pochissimi giorni fa – scrive Giustozzi – nel reparto di Ostetricia dell’ospedale civile di Macerata ho potuto constatare l’assoluta professionalità di tutto il personale medico e paramedico i quali con sacrifico, dedizione e abnegazione hanno fatto di tutto per cercare di mettere a proprio agio prima e aiutare poi mia moglie che il 16 aprile alle  05:12 ha dato alla luce il mio primogenito Vittorio.
Ho accompagnato mia moglie in preda alle doglie la notte del 15. Alle ore 23:45 si è recata in reparto dove è stata immediatamente accolta dal personale medico. Le è stato fatto subito il monitoraggio e la visita poi, nonostante il reparto pieno zeppo (il 15.04 era luna piena e questo, come insegna la saggezza popolare, incide sulle nascite) ricoverata.

Le donne in attesa nel reparto di Ostetricia dell'ospedale di Macerata nella giornata di ieri

Le donne in attesa nel reparto di Ostetricia dell’ospedale di Macerata nella giornata di ieri

Durante il travaglio durato alcune ore mia moglie è stata costantemente seguita e monitorata dal personale. Subito dopo il parto nonostante il sovraffollamento del reparto le infermiere, le ostetriche (una menzione particolare va a Domenica Alessandrini) ed i medici tutti dal dottor Perri alla Zanconi hanno svolto un lavoro egregio non solo con mia moglie ma anche con le altre ragazze che dovevano partorire e/o avevano da poco partorito. Sono state seguite sotto ogni punto di visto da quello medico a quello psicologico.
Le donne ricoverate nel reparto provenivano da tutta la provincia ed addirittura da oltre la provincia, infatti, nella camera dove  era ricoverata mia moglie c’era anche una ragazza di Loreto la quale aveva scelto Macerata perchè aveva sentito dire che questo reparto era ottimo ed è specializzato nei parti a rischio.
A mio modesto parere, considerata la struttura non adeguata alle esigenze di un ospedale provinciale, tutti i dottori, le infermiere, le ostetriche, svolgono un lavoro speciale di cui i maceratesi dovrebbero essere orgogliosi».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X