Pienone per ricordare don Lino: “Ai giovani abbiamo rubato tutto”

CIVITANOVA - Monsignor Menichelli, vescovo di Ancona, ha partecipato al dibattito presieduto da don Vinicio Albanesi: "Spiegatemi ad esempio perché un amministratore di una banca per andar via deve essere liquidato con 41 milioni di euro"
- caricamento letture

menichelli don viniciodi Laura Boccanera

Recupero dell’etica e delle cose immateriali, quel benessere che è più spirituale, come lascia intendere la parola stessa, che non materiale. Questa la sintesi del partecipato e intenso intervento di Monsignor Edoardo Menichelli, vescovo di Ancona, ospite ieri nell’aula magna del complesso Stella Maris per il tradizionale appuntamento della Fondazione Don Lino Ramini. A presiedere il dibattito dal titolo “Quale futuro per i giovani” Don Vinicio Albanesi. “Ai giovani abbiamo rubato il padre, la madre, la casa, il tempo come ruolo di formazione – ha detto Monsignor Menichelli, abbiamo rubato il lavoro perché ci siamo mangiati il patrimonio. E’ necessario restituire alle nuove generazioni il senso della comunità, abbiamo dato cose, ma queste non riempiono l’anima. Sto bene io, quindi stanno bene tutti è una frase peccaminosa”. Poi il monito alla politica, nazionale e locale e ai poteri forti, quello finanziario in particolare: “Occorre combattere la corruzione e l’illegalità – continua il vescovo – spiegatemi ad esempio perché un amministratore di una banca per andar via deve essere liquidato con 41 milioni di euro. Ecco noi oggi siamo dentro a questi ingranaggi, occorre fare un passo etico, culturale e politico”. Al termine del pomeriggio sono stati premiati i ragazzi dell’istituto alberghiero di Loreto e Don Vinicio ha espresso la volontà di intitolare la Caritas di via Parini (attualmente occupata dal centro sociale Jolly Rogers) a Don Lino Ramini e di ristrutturarla: “in nome dei poveri si possono fare anche azioni forza”.  

(foto Ciro Lazzarini)

edoardo menichelli don vinicio

IMG_5385



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X