B-Chem, il martello Lipparini tra Regular Season e play off

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Marco Lipparini

Marco Lipparini

Nessun dramma in casa Volley Potentino dopo lo stop col massimo scarso sul campo della Sieco Service Ortona. Il martello biancazzurro Marco Lipparini, ex della gara, analizza con lucidità l’andamento del match che ha chiuso la regular season. Lo fa con la massima tranquillità anche perché la concomitante vittoria corsara di Castellana Grotte al PalaSassi avrebbe comunque impedito alla B-Chem Potenza Picena di riacciuffare l’ottavo posto. Applaudito a lungo dai suoi ex tifosi quando lo speaker ha annunciato il suo nome, Lipparini è entrato subito in partita mostrando colpi pregevoli per poi calare un po’ alla distanza. «E’ stato emozionante tornare nel palazzetto in cui ho giocato per due anni – dichiara il martello -. A volte il destino degli ex riserva anche sonori fischi, mentre i sostenitori di Ortona mi hanno dimostrato il loro affetto». Meno affettuoso è stato il suo ex compagno di squadra Leano Cetrullo, top scorer del match e micidiale da tutte le posizioni, a partire dai 9 metri. «L’opposto avversario ha fatto molto bene al servizio in un momento cruciale del terzo set – riconosce Lipparini -, quando Ortona ha pareggiato e Leano ha messo a segno degli ace fondamentali. Purtroppo a noi sono mancati gli acuti dei singoli. Io personalmente ho faticato a ritrovare il ritmo dopo la sostituzione». Ora non rimane che pensare agli ottavi di finale playoff perché gara 1 contro la Caffè Aiello Corigliano è alle porte. Le due squadre scenderanno in campo mercoledì 19 marzo alle 20.30 sul campo del PalaPrincipi. «Se non è un nuovo campionato poco ci manca – commenta l’attaccante del Volley Potentino – Nonostante il divario in classifica non sarà affatto una passeggiata per noi. Il cammino dei prossimi avversari non è stato particolarmente brillante, ma non scordiamoci che ci hanno battuto in Calabria e ultimamente hanno fatto riposare giocatori di alto livello come Cernic». Tra i principali ostacoli non vanno dimenticati il fattore ambientale, che metterà a dura prova gli uomini di Graziosi in gara 2, fissata per domenica 23 marzo al PalaCorigliano, e l’esperienza acclarata degli atleti calabresi. «I loro tifosi sono in grado di caricarli in partite da dentro o fuori – conferma Lipparini – e inoltre giocatori vaccinati come Fabroni, Santucci, Tomasello e Cernic difficilmente steccano l’approccio quando si tratta di scontri diretti. Dal canto nostro faremo del nostro meglio per ribadire la superiorità emersa nell’arco della stagione e passare il turno».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X